preghiere e orazioni per amore e non solo..

Tutti i post nella categoria preghiere e orazioni per amore e non solo..

Orazione a S. Antonio per chiarire dubbi del percorso di vita.

Pubblicato 12/07/2014 da cartomanziaeritualibyrosy

Questa forma di novena e’ un suggerimento per coloro che hanno problemi molto gravi con la vita o con le situazioni, usatela con cautela nel senso che gli eccessi non vanno mai bene, ricordatelo.

Se quindi avete un problema davvero grave, pregate S. Antonio,se e’ necessario anche tutti i gironi fino alla risoluzione del problema.

Questa orazione come vi dicevo puo’ essere  “pregata” per diversi motivi: per far ritornare cio’ che abbiamo perso o smarrito o che ci e’ stato preso o rubato, o anche se trovate lungo la vostra vita sempre il cammino bloccato,,  vi porterà  la fortuna, la tranquillità,  l’amore, la salute o qualsiasi altra cosa.

Questa preghiera risolverà il vostro problema.

QUANDO EFFETTUARE LA NOVENA:
 Nell’ ora dell’Angelus (18:00)
qualsiasi giorno
Preparate 3 candele bianche , disposte a forma di  triangolo su un tavolo. E recitare la seguente preghiera:
 
“Per affrontare il diavolo,
chiedo e cerco aiuto a San Antonio.
Per trovare ciò che era perduto
Chiuso, rubato, preso,
Incrinato, scheggiato o rotto.
Recuperare  il perso
Domare la passione dura,
calmare un  uragano
E il mare arrabbiato.
Per le strade  chiuse,
Per amori perduti,
Per i passaggi bloccati
o interrotti in malo modo
Superate Satana
voi che non perdete mai
battete il diavolo
Solo la forza di Sant’Antonio, puo’
Recuperare il perduto
Domare la passione dura,
calmare  un uragano
E il mare arrabbiato. “
Recitare  un Padre Nostro e tre Ave o Maria
Ricordate la devozione a S. Antonio ,e dopo la grazia ricevuta, sarebbe carino da parte vostra rivolgere un’ offerta al Santo per ringraziare.
Buon lavoro, rosy.

Orazione a Sant’Antonio per legare a se un uomo

Pubblicato 27/06/2014 da cartomanziaeritualibyrosy

 

 

Essa e’ una preghiera non molto diffusa rivolta a Sant’ Antonio affinche’ interceda con la nostra volonta’ e ci aiuti  a farci amare, o chiamare o comunque in tutti i casi legare un uomo a noi.

E’ un orazione molto forte e molto potente, non la sottovalutiamo e prima di decidere se farla o meno, leggiamone il contenuto..ricordiamoci che a nostra volta promettiamo fedelta’ per avere questa grazia, per cui regoliamoci se farla o meno.

Nota: Quando si dice “così sia”, ripetiamo anche il nome del nostro amato. 
Non dimentichiamo che il segreto della preghiera è la persistenza, quindi non rinunciamo se non otteniamo subito ciò che si vuole  in modo molto veloce,  ma continuiamo  a pregare con fede.

Abbiamo tutto il tempo.

“Oh Sant’ Antonio , voi che vi prendete cura della felicità umana, e dell’ amore delle persone  vi prego , fate che  (nome di lui), mi ami profondamente, che lui si attacchi a me come si attaccano addosso  le erbe di campo.

Fate si che non mi nascondi mai nulla, che non mi rinneghi mai ed io gli saro’ sempre fedele.

Fate si che (nome di lui)venga a cercarmi oggi, affinche’ egli non abbia un secondo di pace nella sua vita se e’ lontano da me da ora! Amen e cosi’ sia.”(nome di lui.)

 

buon lavoro, rosy.

 

orazione a santa marta per il ritorno dell’ amato by rosy.

Pubblicato 17/01/2014 da cartomanziaeritualibyrosy

   

un po di storia…

   Il nome Marta in aramaico significa “padrona”. Era sorella di Lazzaro e di Maria, e la sua storia la troviamo nei Vangeli.La leggenda di S. Marta compare solo nel XII secolo. Essa narra che Lazzaro, Marta, Maria Maddalena ed altri sarebbero stati imbarcati dagli infedeli su di una imbarcazione senza vele ne remi, nè timone, nè provviste. Fu cosi che approdarono a Marsiglia. Santa Marta, “molto eloquente ed amabile con tutti” operò delle conversioni. Liberò dalla terribile Tarasca la città, che si sarebbe chiamata Tarascona, e fece molti miracoli.La leggenda racconta che nei tempi in cui Santa Marta evangelizzava la Provenza, un terribile dragone, la Tarasca, devastasse le fertili pianure della valle del Rodano ed impedisse agli uominidi vivere tranquilli in quei luoghi. La Santa venuta a conoscenza del fatto, inseguì la bestia nelle profondità dei boschi e la domò cospargendola di acqua benedetta e segnandola col segno della croce. Infine, mansueta ed addomesticata, la legò alla sua cintura e la portò nella citta di Tarascona, che dal drago aveva derivato il suo nome.. Il giorno 29 giugno la chiesa ricorda Santa Marta e nella città di Tarascona si tiene una solenne procesione aperta dal gigantesco fantoccio della Tarasca che minaccia la popolazione con le sue fauci spalancaate. Vicino a lei una ragazza vestita di bianco benedice il mostro, che alla fine viene legato e sopraffatto.

procedimento:

Da recitarsi  davanti all’ immagine della santa (statua o figura) ogni martedi’ x 9 martedi di seguito accendendo una candela bianca unta di olio benedetto, oppure accendendo 9 candele rosse.

Alla fine dei 9 giorni prenderete le ceneri della candela e le sotterrerete in giardino.

Sempre il nono giorno bisogna scrivere e divulgare al mondo questa preghiera (giornali, forum, blog, ecc,ecc..)

Santa Marta, vergine
a te accendo questa candela e come la fiamma consuma il sacro olio io ti prego.
Ti accendo questa candela
affinchè tu guardi le mie necessità,
soccorri le mie miserie,
e vinci tutte le mie difficoltà
come vincesti la bestia feroce che attentava ai tuoi figli,
perchè a te non è impossibile,
dammi sorte e denaro per coprire le mie miserie e le mie necessità.
Così concedimi madre mia che (nome) non possa stare e resistere senza pensarmi,
senza cercarmi,
così madre mia concedimi quello che ti chiedo per alleviare le mie pene per amore di Gesù.

Santa Marta vergine che andaste al monte,
con il tuo coraggio la belva feroce spaventasti
e con la tua cintura lo calmasti
e con la tua veste lo ammansisti,
così madre mia se questo è vero
concedimi che (nome) ritorni e mi pensi sempre.
Che non stia tranquillo,
e non possa riposare fino a quando da me non torni.
Santa Marta ascoltami e ottienimi ciò per amore di Dio.
AMEN
Tu che domini tutti i cuori,
domina il cuore di (nome)

Con il potere infinito che donasti a S.Marta
per ammansire il Dragone, così io te lo chedo
per ammansire (nome)

Oh Spirito Dominante!
Con il tuo potere divino, che Dio ti ha dato
fa che (nome) sia dominato in corpo e anima per me:
che non possa vedere e sentire che me,
che il suo amore e le sue dolcezze siano solo per me,
che senta la mia mancanza dovunque sia,
che non possa stare in pace senza me.
Spirito Dominante,
domina i miei nemici,
con il tuo potere divino che Dio ti ha dato. Amen

OGNI VOLTA LA PREGHIERA DEVE ESSERE RECITATA 3 VOLTE!!!

rituale per allontanare entita’ negative da una casa by ROSY.

Pubblicato 12/10/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

 

 Molto erroneamente si crede che solo i posseduti siano colpiti da Satana, dai demoni e dalle anime dannate, in realtà la presenza di questi spiriti maligni è costante nella vita di tutti i giorni per ogni persona di qualsiasi religione o totalmente atea.
Lo scopo di questi esseri spirituali malvagi e perversi è di portare le persone a vivere nel continuo peccato ben consapevoli a differenza degli uomini, del giudizio di Dio per ogni anima subito dopo morta e la loro costante attività mira a spingere subdolamente all’eterna dannazione delle persone.   Essi  cercano i punti deboli di tipo spirituale, fisico, emozionale e mentale e vegliando attentamente su queste aree, aspettano l’occasione per colpire ed infliggere il maggior danno possibile. Queste entita’ maligne cercano anche di impedire alla gente di avere un rapporto e un progresso più approfondito con Dio.

Ci sarebbe veramente da approfondire tantissimo su questo argomento, ma credo che ve ne parlero’ in altra sede, ho ritenuto giusto ed opportuno darvi qualche concetto generale per farvi capire che tipologia di rituale vi vado a proporre oggi.

Non abbiate paura se state operando nel giusto !!!

RICORDATEVI CHE QUESTO E’ UN RITUALE DI LIBERAZIONE.  :)

  OCCORRENTE:

-Olio essenziale e sale
-Rosmarino, salvia e olive
-Una ciotola di acqua di sorgente
-Un lungo pezzo di nastro bianco


PROCEDIMENTO:

Il rituale può essere fatto in solitudine o con altri membri della famiglia.
Ricordatevi che prima di prendere parte al rituale dovrete purificarvi facendo un bagno con 7 gocce dell’olio essenziale preferito e un cucchiaino di sale, che è simbolo dell’eternità e immortalità.

Dovrete dividere il rosmarino, la salvia e le olive in quattro parti e mettete una parte in ogni angolo della casa, poi versare l’acqua di sorgente in una ciotola e con la punta delle dita, spruzzate qualche goccia in ogni angolo della casa.
Coloro che parteciperanno alla formula dovranno mettersi in cerchio attorno all’ acqua di sorgente, di seguito passate il nastro attorno a tutti facendo un cerchio, girando in senso orario e mentre cantate:

Voi che entrate, non entrate con cattivi sentimenti. Ho pronunciato queste parole sulle erbe sacre,le ho messe in tutti gli angoli della casa, e ho spruzzato di acqua sacra ogni stanza. Possa essa non essere infestata da nessuno spirito.”

orazione A SANTA TERESA D’ AVILA PER OTTENERE UNA GRAZIA BY ROSY

Pubblicato 08/10/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

File:Teresa of Avila dsc01644.jpg

Ecco a voi cari lettori, la potente orazione di santa teresa, essa potrete recitarla per ottenre qualsiasi grazia (soprattutto quella per ottenere matrimonio, prosperita’ alle coppie, insomma in tutti i campi sentimentali )

In Ottobre c’e’ il giorno dedicato a santa teresa.. per l’ esattezza il giorno e’ il 15 di ottobre, ragion per cui ho pensato di postarvi questa novena, da recitare (preferibilmente) nel suddetto giorno dedicatole.

L’ho postata con un po di anticipo di modo che voi possiate prepararvi nell’ esecuzione a anche per far si che voi possiate studiarne un po la storia (prima di lavorare con i santi e’ sempre opportuno conoscerne almeno la vita.

TERESA D’ AVILA:

Nasce in una cittadina spagnola il 28/03/1515 Il giorno in cui la santa si festeggia e’ il giorno in cui e’ avvenuta la sua morte ossia il 15/10/1582.

Fu autrice di diversi testi nei quali presenta la sua dottrina mistico-spirituale e i fondamenti e le origini del suo ideale di Riforma dell’Ordine carmelitano. La sua opera maggiormente celebre è “il castello interiore” (intitolato anche “Mansioni”).

Gli anni dell’adolescenza furono trascorsi dalla giovane Teresa in compagnia dei numerosi fratelli e dei cugini, Subito dopo la giovane venne mandata dal padre per completare la sua educazione presso il monastero delle agostiniane di Nostra Signora delle Grazie ad AVILA.

ELLA EBBE UNA VITA MOLTO SOFFERENTE e travagliata da malori, ma malgrado cio’ continuo’ a fare le cose che sempre faceva, dimostrando una grandissima forza d’animo.

Tra il 1554 e il 1555 avvenne il significativo episodio che avrebbe condotto la religiosa al ribaltamento della propria vita: “I miei occhi caddero sopra una immagine che era stata posta lì, in attesa della solennità che doveva farsi in monastero. Raffigurava Nostro Signore coperto di piaghe. Appena la guardai mi sentii tutta commossa, perché rappresentava al vivo quanto Egli aveva sofferto per noi: fu così grande il dolore che provai al pensiero dell’ingratitudine con la quale rispondevo al suo amore, che mi parve il cuore mi si spezzasse. Mi gettai ai suoi piedi tutta in lacrime, e lo supplicai a darmi forza per non offenderlo più” Fu quella che lei stessa definisce come la sua seconda conversione, a seguito della quale cominciò nuovamente a dedicarsi alla preghiera e a ridurre i passatempi. Particolarmente significativa fu per lei la lettura delle confessioni di sant’ agostino  (quest’ ultimo era per lei una sorte di guida spirituale). Cominciava un lungo periodo di intensa vita spirituale.

durante il quale la religiosa fece le esperienze in seguito descritte nei suoi libri, ma che condusse ad un altrettanto lungo periodo di sofferenze e persecuzioni: in seguito al drammatico caso della clarissa Maddalena della Croce, ritenuta dagli stessi sovrani spagnoli una santa, ma successivamente riconosciuta come una folle posseduta,

Dopo la partenza del confessore Giovanni de Pradanos, Teresa cominciò a farsi seguire spiritualmente da un sacerdote appena ordinato, il gesuita Baltasar Alvarez, il quale, intimorito e dalla questione suddetta della posseduta Maddalena della Croce e della straordinaria esperienza interiore della figlia spirituale, decise di consigliarsi sul suo caso in una riunione di circa cinque o sei uomini dotti, tra ecclesiastici e laici, fra cui possiamo ricordare il confidente della santa, Francesco de Salcedo, e il suo precedente confessore, Gaspar Daza. Unanime il verdetto: Teresa era vittima di possessione diabolica. “Io ero estremamente paurosa- scrisse ella stessa ricordando quei dolorosi avvenimenti- tanto che alle volte non osavo star sola in una stanza neppure in pieno giorno: il mal di cuore a cui andavo soggetta aumentava per di più i miei timori. Vedendo dunque, che tante persone affermavano ciò che io non sapevo ammettere, fui presa da gravissimi scrupoli, temendo che da parte mia ci fosse poca umiltà. Quelle persone infatti erano dotte e di vita incomparabilmente più santa della mia: perché non avrei dovuto credere alle loro parole?

. Fu per lei uno dei periodi di maggior tribolazione: le venne proibita la comunione e perfino la solitudine, si pensò di esorcizzarla.

1. Eterno Padre che con infinita misericordia ricompensi chi fedelmente ascolta la tua parola, per l’amore purissimo che tua figlia Santa Teresa ebbe per Gesù Bambino, così da obbligarti ad esaudire in cielo i suoi desideri, poiché lei sulla terra aveva aderito con gioia alla tua volontà, mostrati propizio alle suppliche che per me Lei stessa Ti implora, ed esaudisci le mie preghiere accordandomi la grazia che Ti chiedo ……..
– Pater, Ave, Gloria

2. Eterno Figlio divino che hai promesso di ricompensare anche il più piccolo servizio reso al prossimo per tuo amore, volgi io sguardo alla tua sposa Santa Teresa di Gesù Bambino che ebbe tanto a cuore la salvezza delle anime e per quanto ha fatto e sofferto, ascolta la sua promessa di “trascorrere il cielo facendo del bene sulla terra” e concedimi la grazia che con tanto ardore Ti chiedo……
– Pater, Ave, Gloria

3. Eterno Spirito Santo che hai arricchito con tante grazie l’anima eletta di Santa Teresa di Gesù Bambino, io Ti scongiuro per la fedeltà con cui corrispose ai tuoi santi doni: ascolta la preghiera che per me lei stessa Ti rivolge e accogliendo la sua promessa di “lasciar cadere una pioggia di rose”, accordami la grazia di cui ho tanto bisogno…….
– Pater, Ave, Gloria

Recitarla per tre giorni consecutivi.

rituale di san cipriano per eliminare le negativita’ by rosy

Pubblicato 25/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Questa pratica si esegue per eliminare le negatività e per spezzare le energie negative.

Quando si ha il sospetto che qualcuno possa lavorare esotericamente contro di noi la prima cosa da fare è correre ai ripari.
Va eseguita in un venerdì.
Procurarsi: una candela da sette giorni bianca e nera, olio di Ruta, Sangue di Drago in polvere, polvere Contra (Cast Off Evil), polvere Desmancha Tudo,un flacone di Lozione Van Van ed una di Colonia de Ruda.

Ungere il cero con l’olio di Ruta e dire:

”Attraverso quest’atto elimino dalla mia vita ogni forza avversa che si opponga alla mia salvezza ed alla mia benedizione”.
Rotolare la candela nelle polveri in modo che queste si attacchino al cero.
Mettere il cero al centro del piatto e dire:

”San Cipriano, invoco la tua intercessione e la tua benedizione affinchè attraverso questo cero allontani da me, dalla mia casa e dalla mia vita ogni male malefico”.
Fare consumare completamente la candela e portare i resti del rituale ad un incrocio, in uno degli angoli.
Con le due lozioni preparare un bagno di purificazione molto concentrato e lavarsi con lo stesso per tre giorni consecutivi recitando ogni volta l’orazione completa di San Cipriano.

LA CREAZIONE DI DIANA: GIORNO E NOTTE, PIOGGIA E STELLE, BENE E MALE..(TRATTO DA IL VANGELO DELLE STREGHE). BY ROSY

Pubblicato 19/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

IL VANGELO DELLE STREGHE, COME DIANA HA CREATO PIOGGIA E STELLE – La Regina Diana fu creata prima di tutta la creazione. In lei c’erano tutte le cose. Fuori di lei, la prima oscurita’, si divise. Fu separata in luce e oscurita’. Lucifero, suo fratello e figlio, se stessa e la sua altra meta’, fu la luce.

Quando Diana vide che la luce era cosi’ bella, la stessa luce che era la sua altra meta’, suo fratello Lucifero, la bramo’ con ardente desiderio. E volendo ricevere ancora la luce nella sua oscurita’, la inghiotti’ in estasi, con passione e tremo’ di volutta’. Questo desiderio divenne l’Alba.

 

Ma Lucifero, la luce, scappo’ da lei e non volle cedere alle sue brame: egli era la luce che volava fino ai punti piu’ lontani del cielo, il topo che fugge d’inanzi al gatto.
Allora Diana ando’ dai Padri del Principio, dalle Madri e dagli spiriti che esistevano prima dei primi spiriti, e si lamento’ con loro che non poteva vincere Lucifero. Essi l’apprezzarono per il suo coraggio e le dissero che per risorgere, avrebbe dovuto prima cadere; per porsi a capo delle Dee doveva diventare mortale.
E nelle ere passate, nel tempo dei tempi, quando fu creato il mondo, Diana venne sulla Terra, e come pure fece Lucifero, che era caduto, e Diana insegno’ la magia e la stregoneria da cui derivarono le streghe, le fate e i folletti, che sono come gli uomini, ma non sono mortali.
Accadde che Diana assunse sembianze di un gatto. Suo fratello aveva un gatto che prediligeva fra tutte le altre creature, e che dormiva ogni notte sul suo letto. Un gatto piu’ bello di ogni altra creatura; era una fata ma lui non lo sapeva.
Diana convinse il gatto a scambiarsi con lei; cosicche’ ella giacque con suo fratello, e nell’oscurita’ assunse nuovamente il suo aspetto e cosi’ per mezzo di Lucifero divento’ madre di Aradia.
Ma quando al mattino scopri’ di essersi congiunto con sua sorella e che la luce era stata conquistata dall’oscurita’, Lucifero divenne una furia. Ma Diana gli canto’ un incantesimo, una potente canzone – ed egli rimase in silenzio – la canzone della notte che placa e che fa dormire; cosi’ egli non pote’dire nulla.

Diana con le sue arti magiche lo incanto’, finche’ egli cedette al suo amore.

Questo fu il primo incantesimo. Canto’ sottovoce la canzone; ed era come il ronzio delle api (o come un arcolaio che filava la vita). Diana filava la vita di tutti gli uomini. Tutte le cose erano filate dall’arcolaio di Diana. Lucifero lo faceva girare.
Diana non era conosciuta alle streghe, agli spiriti, alle fate e agli elfi che abitano in posti deserti, ai folletti, come loro madre. Si nascose in umilta’, e divenne mortale; ma per suo volere si innalzo’ nuovamente su tutti. Aveva una tale passione per la stregoneria, e divenne cosi’ potente, che la sua grandezza non poteva piu’ restare nascosta.
Una notte si incontro’ con tutte le streghe e le fate, e disse loro di poter oscurare i cieli e cambiare le stelle in topi.
Tutti coloro che erano presenti dissero: <<Se tu puoi fare una simile stranezza, se sei realmente assurta a tale potere, sarai la nostra regina.>>
Diana ando’ allora nella strada, prese la vescica di un bue e un “soldo di strega” che ha l’orlo tagliente come un coltello – con tali soldi le streghe tagliano nella terra le orme degli uomini – e taglio’ la terra; con questa e con molti topi riempi’ la vescica. Poi vi soffio’ dentro finche’ non scoppio’.
Allora avvenne un grande prodigio, perche’ la terra che era nella vescica si trasformo’ in cielo, e per tre giorni piovve a dirotto: i topi divennero stelle o pioggia.
Dopo aver fatto il cielo, le stelle e la pioggia, Diana divento’ Regina delle Streghe, fu il gatto che governava le stelle-topi, i cieli e la pioggia.

Rituale RICHIESTA DI PERDONO BY ROSY

Pubblicato 17/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

L’atteggiamento di perdono, per gli altri e per noi stessi , ha il potere di rilasciare una potente energia di guarigione e trasforma molte situazioni, questo rituale e’ utile per migliorare il nostro atteggiamento interiore( del nostro “io”). La mancanza di perdono può portare un sacco di infelicità, ma può essere compensato in qualche modo con questo rito quotidiano.

QUESTO RITO HA UNA DUPLICE SFACCETTATURA ED E’ UTILE SIA PER PERDONARE, SIA PER FARSI PERDONARE.

Procedimento:

Recitate questa preghiera di sera,, preferibilmente prima di coricarsi, per prendere gli insegnanti  spirituali  delle entita’ buone, di luce, facendo germogliare  nei  cuori la grazia del perdono.

DURATA: ALMENO 7 SERE

 

“Oh, vogliate  la nostra presenza amorevole, Santo Cristo e con il Sé di tutti gli uomini, Amato san germano, il nostro Amato Arcangelo Zadkiel e Santa Ametista, gli Arcangeli di Fiamma Viola, Spirito bianchi ora invocano tutti la ​​Grande Fratellanza Bianca per stabilire il rito del perdono nei nostri cuori, le menti e gli esseri. “

Chi ci ha danneggiato in questa o in altre vite, oggi abbandonano le catene che legano ,noi li  perdoniamo e avendo la convinzione di mantenere il potere del perdono nelle nostre mani. Mostraci il rito del perdono illuminato in modo che possiamo perdonare, in totale libertà, in tutti gli aspetti della vita, e prega per i poteri del Consiglio del Karma e la infinita potenza della luce di perdonare l’umanità di tutti i suoi errori. Liberateci  per amore, liberateci per perdono , e ci insegni a divenire un tutt’ uno  con voi. Te lo chiediamo nel nome di Gesù Cristo, secondo l’antica preghiera che ha anche insegnato ai suoi discepoli. Facciamolo insieme:

“Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, la tua volontà sia fatta in terra come in cielo, dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo che ci hanno offeso. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Per il tuo è il regno, la potenza e la gloria, per sempre. “
Amen!

 

 

Raccomandazioni per fare pozioni magiche o rituali by rosy

Pubblicato 16/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

    

Le pozioni(come anche rituali di magia e altri lavori esoterici,) sono combinazioni di un certo numero di elementi,vecchie come magia stessa, vecchie quanto il mondo, di solito si  usa fare strani ed insoliti miscugli di erbe o altro perche’ ad ogni elemento sappiamo che c’e’ un potere assegnatovi , qualita’ che servono per il raggiungimento del risultato finale.

Le pozioni, i miscugli magici, da sempre esistiti,hanno come obbiettivo di un risultato che altrimenti sarebbe irraggiungibile.

Le motivazioni più comuni per fare una pozione magica è la protezione contro i danni  da parte di terze persone, per proteggersi dalla sfortuna e ovviamente  per l’amore .)

Insomma, in altre parole, per tutto ciò che con mezzi normali  non siamo stati in grado di raggiungere.

Alcuni degli ingredienti più bizzarri utilizzati  sono:

  • Aceti
  • La mandragora
  •  fiori
  • Le  tinture
  • Parti di animali (purtroppo)
  • Insetti
  • Sangue
  • Fluidi

Tutti questi ingredienti sono diffusi sin dai tempi antichi.

Che cosa si deve prendere in considerazione ogni volta che si esegue un lavoro esoterico, è che la stanza o il luogo  dove si opera con tali elementi deve essere prima di tutto purificato  in anticipo, soprattutto con l’incenso.

Inoltre, chi si appresta ad effettuare un incantesimo o  un rituale, non deve assolutamente consumare alcool, quel giorno, per non danneggiare il processo e l’energia del lavoro.

L’operatore esoterico inoltre deve purificarsi, quindi lavarsi con un detergente neutro oppure  spcifici (dipende dal tipo di lavoro che andra’ a svolgere)  ogni volta che farete una miscela di ingredienti, bisognera’  farlo a piedi nudi, con le candele e di evitare di elettricità .(sempre per non andare ad intaccare e ad interferire con le energie cosmiche.)

Infine, ricordate sempre  che pozioni o lavori  mal formulati e\o  preparati  senza seguire esattamente come prescritto dalla sorgente possono AVERE effetti CONTRARI  a quelli previsti, o nel peggiore dei casi, rivolgersi contro se stessi.

buon lavoro, :)

rosy.

PER VERIFICARE PRESENZE DI FATTURE O MALEFICI by rosy

Pubblicato 12/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

CARISSIMI, SAPPIAMO CHE ESISTE IL BENE ED ESISTE IL MALE..

IN QUESTO ARTICOLI PARLEREMO  DELLA PRESENZA DI FATTURE O DI MALEFICI.

DUNQUE: ESISTONO VARI SEGNALI CHE CI INDICANO LA PRESENZA DI MALEFICI O FATTURE, SEGNALI CHE SPESSO VENGONO SOTTOVALUTATI O PER PAURA O PIU’ SEMPLICEMENTE PERCHE’ IGNORIAMO LA FONTE DI QUEL MALESSERE.

LA PERSONA AFFATTURATA O SOTTO MALEFICIO SOLITAMENTE TENDE A STARE PROPRIO MALE FISICAMENTE QUINDI E’ POSSIBILE:

SUDORAZIONE NOTTURNA ABBONDANTE,VOMITO, MAL DI TESTA FREQUENTI, DOLORI ADDOMINALI,EMICRANIE, SENSO DI SPOSSATEZZA O DI STANCHEZZA,

SE AVETE SPESSO UNO DI QUESTI SINTOMI O TUTTI INSIEME E SE NON AVETE VIRUS IN ATTO (INTENDO APPUNTO SE LA COSA SI RIPETE MOLTO SPESSO ) E SE SCARTIAMO ALTRE PATOLOGIE GIA’ RISCONTRATE, ALLORA SAPPIATE CHE IL PROBLEMA C’E’ MA RICORDATEVI CHE NULLA E’ IRRISOLVIBILE…SOLO LA MORTE LO E’!!!

NB: a volte si possono avere i sintomi sopra riportati anche perche’ si e’ semplicemente sotto stress, per cui cerchiamo di non esagerare nelle affermazioni, di non fissarci senza motivo su cose o problemi che non esistono.

UN ALTRO SINTOMO MOLTO IMPORTANTE NEL SOGGETTO AFFATTURATO E’ LA SONNOLENZA O IL FARE SBADIGLI IN LUOGHI SACRI (CHIESE,MOSCHEE,FUNZIONI RELIGIOSE E LITURGICHE, ECC, ECC,)

APERTA QUESTA PARENTESI , SE DAVVERO PENSATE DI POTER ESSERE OGGETTO DI MALEFICI, CALME E SANGUE FREDDO..REAGIAMO E FACCIAMOLO IN QUESTO MODO QUI:

 

Prendete un piatto di acqua, accostatelo alla persona, passandolo 3 volte sul suo capo. Accendere uno stoppino dentro a dell’olio di oliva, tenendo il piatto con la mano sinistra, si bagnano l’indice ed il medio della destra nell’olio e se ne fanno cadere alcune gocce nell’acqua. Se restano al centro del piatto, non c’è traccia di fattura. Se invece scivolano agli orli oppure vanno a fondo il responso è sfavorevole.

 

DOPO QUESTO “ESPERIMENTO” CAPIRETE DAVVERO SE AVETE FATTURE OPPURE NO….

SPERO DI ESSERVI STATA UTILE, VI ABBRACCIO, ROSY.

orazione a San Cipriano per il ritorno del vostro amato

Pubblicato 25/08/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

CARISSIMI, QUEST’ ORAZIONE A SAN CIPRIANO  POTREBBE TORNARVI UTILE DUNQUE HO PENSATO DI POSTARLA.

SAREBBE OPPORTUNO PRIMA DI RECITARE L’ ORAZIONE DI DOCUMENTARVI O CERCARE DI LEGGERE QUALCOSA SULLA VITA DEL SANTO..NELL’ APPOSITA SEZIONE DI QUESTO BLOG, TROVERETE ALTRE INFORMAZIONI RIGUARDANTE IL SANTO, SE NON LE TROVATE, IN BASSO A DESTRA  C’E’ L’ OPZIONE CERCA, PROVATE A CERCARE D LI, ANCHE SE CREDO NON DOVRESTE AVERE PROBLEMI.

ECCO A VOI L’ ORAZIONE, DA RECITARE CON FEDE, SE NON CI CREDETE LASCIATE PERDERE….

FATEMI SAPERE…BUON LAVORO A TUTTE!!!

Per il potere di S. Cipriano e delle 3 anime che lo affiancano (*** inteso come vigilano), _______________venga adesso in ( ***inteso come dentro di) me. Fa arrivare ______________a me strisciando, innamorato,pieno d’ amore, di desiderio e fa che mi chieda perdono se mi ha mentito,fa che mi chieda in fidanzamento e dopo in matrimonio,il più rapidamente possibile. San Cipriano tu che hai il potere fa che dimentichi e lasci in un colpo solo qualunque moglie o donna che abbia in testa e si dichiari a me in modo che tutti lo sappiano. San Cipriano allontana da ________________ qualunque donna e che io possa averlo in ogni momento da oggi e ora, che lui desideri stare al mio fianco, che abbia la sicurezza che io sia la donna perfetta per lui. Che _____________ non possa vivere senza di me e che ______________ abbia sempre la mia immagine nella sua mente. Ovunque esso sia e con chiunque il suo pensiero sarà per me. e Coricandosi mi dovrà sognare e al risveglio pensi a me, non dovrà mangiare ma pensare a me,dovrà pensarmi in tutti i momenti della sua vita. Che mi possa mare veramente,sentire il mio odore, toccarmi con amore, che ___________ voglia abbracciarmi,baciarmi,affiancarmi, proteggermi,amarmi 24 ore al giorno ogni giorno,in modo che anche io possa amarlo e che lui senta piacere anche solo sentendo lamia voce. San Cipriano fa che _____________ senta un desiderio di me fuori dal normale, come mai per nessun ‘altra persona sente e sentirà.Che voglia giacere solo con me e che abbia solo desiderio per me,che il suo corpo appartenga solo a me e che abbia pace pace solo con me. Ti ringrazio San Cipriano per questo lavoro che farai per me e ti offro la divulgazione del tuo nome come ricompensa per aver addomesticato ___________ e averlo fatto innamorare di me, facendolo diventare carino,fedele e pieno di desiderio per me.
Pregare per tre giorni e divulgare in tre posti diversi. Dovete avere fede!

recitare tale preghiera per 3 giorni consecutivi, di solito di notte e poi dopo il terzo giorno la dovrete copiare ed incollare in 3 posti diversi ad esempio 3 forum diversi. in tre siti diversi.. oppure potete inviarla a un gruppo di persone via mail e poi copiarla in altri 2 siti.

 

UN ABBRACCIO PIENO DI LUCE, ROSY!!!

 

san cipriano Alcune Informazioni sulla vita e sulle leggende riguardanti il santo by rosy

Pubblicato 25/08/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Alcune Informazioni sulla vita e sulle leggende riguardanti il santo.

Questa storia dovrebbe far capire a chiunque legga, quali grandi poteri si celano negli spiriti infernali e in quelli celesti. Questa storiella che vi andrò a narrare ha come protagonista Lucifero. Ecco cosa accadde.

Cipriano il Grande era considerato un filosofo di fama universale. Egli era dotato di un privilegiato talento e veniva spesso consultato e preso in considerazione per i suoi consigli.

Lucifero aveva esattamente in mente ciò che voleva trarre da questo grande filosofo dalle capacità innate così decise di tendergli una trappola per raggiungere il suo intento.

Cipriano viveva in una casa solitaria vicino ad un bosco. Una notte, mentre ammirava il firmamento e meditava sulle grandi meraviglie di cui la Terra godeva, venne riportato alla realtà dalle grida di due uomini che litigavano di malo modo poco distanti dalla sua amata abitazione.

Era un uomo pacifico e generoso, percui si diresse verso i due uomini per evitare spargimenti di sangue. Riuscito a dividere i due contendenti inferociti, cercò di farsi spiegare il motivo di tale odio. I due rimasero affascinati dalla personalità amorevole di Cipriano e così diedero lui le spiegazioni sul motivo di scontro. Gli raccontarono che la causa della loro disputa era una donna amata ardentemente da tutti e due. Erano entrambi figli di distinte famiglie e intimi amici. Avevano deciso, per amore di questa donna, di battersi in modo tale che luno morendo avrebbe lasciato libero laltro di conquistare il cuore dellamata.

Cipriano dopo avere ascoltato la triste vicenda raccontata dai due giovani, chiese per chi dei due la donna dimostrasse maggior interesse. La risposta fu che la ragazza non dimostrò spiccato interesse per nessuno dei due in quanto era dotata di estrema riservatezza. Così, il gran filosofo, disse loro di non compiere un atto così terribile per amore di una donna e di attendere, per lo meno, fino a quando lui non avrebbe personalmente parlato con lei per sollecitare a compiere la tanto bramata scelta.

I due uomini informarono Cipriano del nome e della località dove dimorava. Informarono lui che questa ragazza apparteneva ad una famiglia di modeste origini, ma la sua rara bellezza la rendeva irresistibile agli occhi di qualsiasi uomo.

Il giorno seguente come promesso egli si recò a casa di Celia. Come la vide rimase completamente infatuato da cotanta bellezza tanto che gli fu difficilissimo adempiere alla promessa. Naturalmente era sotto le grinfie di Lucifero che voleva ddescarlo con la tentazione della carne. La ragazza rispose lui che non nutriva alcun tipo di interesse per nessuno dei due ragazzi. Non appena sentì queste parole la passione di Cipriano aumentò più che mai. Ciò nonostante si congedò riuscendo a nascondere la fulminea passione. Lungo il tragitto di ritornò si miese apensare quanto fosse complesso capire il cuore umano. Era inconcepibile per una ragazza di bassa classe sociale rifiutare in maniera così decisa la corte di due uomini benestanti che le avrebbero assicurato un futuro economicamente stabile.

Il pensiero di Celia iniziò ad essere sempre più presente nella sua mente, ma lui tentava di cacciarlo via concentrandosi nelle sue letture. Ma ad un tratto il servo annunciò la visita di Celia. Iniziò a sentirsi nervoso e non sapeva come accogliere la ragazza perchè palesemente turbato. Ella entrò e lui la accolse dicendo:

- Donna celestiale, la vostra prsenza mi colma di felicità; posso sperare che sia eterna come laffetto che vi professo??

- Che dite mai, buon amico? Ho forse manifestato un pensiero che potesse suscitare una speranza?? Sono qui per domandare consiglio alla vostrea saggezza. Vorrei evitare che Flavio e Lelio, per mia colpa, continuassero ad odiarsi e non so a qual partito appigliarmi.

-Sono incapace di darvi un saggio suggerimento; nulla so più da quando vi ho veduta. tutti i miei pensieri corrono dietro la vostra immagine, in una ridda vertiginosa; una febbre mi accende il cuore e i sensi. Se almeno la più lieve speranza mi confortasse!! Sarei pronto a tutto per guadagnare il vostro affetto; voi mi respingete, io sento la mia vita spezzarsi.

- Calmatevi buon amico, prestatemi aiuto e chi può prevedere lavvenire??

_Oh divina Celia, le vostre parole cadono sul mio cuore come rugiada benefica, ditemi che posso sperare e sarò vostro schiavo eternamente.

- Scacciate le illusioni irrealizzabili insistè Clelia- il mio amore potrete ottenerlo quando sarete giunto allora estrema. Così vuole il destino.

- Servirvi mi è gioia- protestò rassegnato Cipriano Promise lei che avrebbe placato lira dei due amici solo per evitare che questo potesse arrecarle del dolore. Le chiese cortesemente di lasciarlo solo con la sua tristezza e di esser feliced che avrebbe sistemato tutto.

Dopo che la giovane abbandonò la casa di Cipriano, sipresentò innanzi a lui un forestiero che si era perso. Pregò Cipriano di ospitarlo almeno per una notte.

Lo ospito e così il forestiero gli disse Voi siete triste?- Se un estraneo potesse meritare la vostra confidenza, mi proporrei di consolare le vostre pene.

-No, non è possibile- disse Cipriano Per le mie penne non esiste rimedio in uqesto mondo.

- Vi assicuro il contrario; se mi accorderete fiducia, compirò tali meraviglie da persuadervi che io dispongo di forze a voi sconosciute.

- Se è come dite, fate qui comparire la donna che amo disposta di corrispondere al mio affetto.

Non gli fu dato nemmeno il tempo di finire di formulare il suo desiderio che Celia entrò tendendogli la mano:

-Cipriano, il mio corpo e la mia anima ti appartengono per sempre. Non so quale incanto tu hai esercitato su di me, tu mi attrai irresistibilmente.

Cipriano si lanciò verso Celia per stringerla a se, ma strinse il vuoto. La visione era sparita.

Così Cipriano, rivolgendosi al forestiero disse: Che razza di sortilegio è mai questo??- Chi sei tu?
? perchè sei venuto in questa casa, forestiero?

Lo sconosciuto iniziò a ridere in modo molto ironico nel vedere il filosofo in uno stato di totale confusione ed eccitazione. In maniera molto pacata gli disse:

- Ben altre meraviglie mi è dato svelare agli occhi tuoi. guarda!!!!

Spinse il filosofo verso la finestra e si accorse che il bosco era sparito mentre la sua casa era circondata dallacqua a mo di isoletta. In lontananza vide una barca in cui vi erano due barcaioli che remavano velocemente. Questa stranezza durò pochi secondi, per cedere di nuovo il posto a clelia che veniva cullata nellaria completamente nuda. La ragazza mandava baci al filoso e lo provocava, Cipriano fu pervaso daun fervore di emozioni, tremava, voleva andare da lei ma. anche inq uesto caso, proprio sul bello, la visione scomparve per dar luogo a un lancio di pietre, fulmini e fiamme.

Dopo pochi secondi, il misterioso forestiero tese la mano verso il firmamento : a quel gesto successe la calma, tutto tornò allo stato di prima. Ad un certo punto alla finestra comparve un giovane bellissimo che chiese, solcando laria: Sono ai tuoi ordini Signore, che debbo fare??

- Puoi ritirarti, ti chiamerò se di te avrò bisogno- Il ragazzo si dileguò.

Cipriano, amaliato da tante visione, volle chiedere alluomo come riuscisse a creare tutti questi effetti speciali inspiegali. Lucifero, non gli fece finire di formulare il pensiero che ancor prima che il filosofo accennasse a porre la doamda gli diede subito la risposta che desiderava.

- Tu potrai a pari mio produrre simili meraviglie purchè acquistile condizioni necessarie. Se hai volontà e fede io ti sarò maestro. Ti consegnerò un libro che è la scienza della natura; questa scienza si acquuista solo con lo studio e le pratiche della vera magia, il suo dominio si ottiene soltanto con la pazienza e la perseveranza. Due sole condizioni esigo: 1. Che tu mi consegni il corpo e lanima; 2. Che durante un anno ti dedichi esclusivamente allo studio e alle pratiche che io ti svelerò.

Sbalordito da tutto ciò che aveva visto, Cipriano promise obbedienza.

Da quel giorno fino a unanno si dedicò completamente allo studio della magia. si isolò dal mondo intero, tanti furono i prodigi da lui compiuti e grazie a questo si guadagnò la fama di Cipriano il mago. Ma nonostante tutto, dopo aver affascinato coloro che si rivolgevano a lui, dopo averli aiutati, si dedicò alla dottrina di Cristo e scelse la via del martirio e della sofferenza in nome suo. Ta gli spasmi del martirio si incontrò con Celia e Justina, fatte cristiane e condannate anchesse. Vedendolo, Celia, gli andò incontro Sia Lode al Signore disse oggi posso offrirti il mio amore dacché siamo fratelli in Cristo.La mia profezia si è avverata, non potevo appartenerti perchè sposa di Gesù; i nostri cuori si uniscono in questa ultima ora per ascendere insieme ai gaudi del Cielo.

Il Santo che si venera con questo nome fu, prima di convertirsi al cristianesimo, uno dei maghi più famosi che siano esistiti al mondo. Nato in Antiochia tra la Siria e lArabia, da padre ricchissimo ed autorevole. San Cipriano esercitò tutte le arti magiche fino a quando al suo trentesimo compleanno decise di convertirsi al Cristianesimo.Era un Mago potente, scrissi molti libri di Magia e grazie ai suoi incanti ottenne esiti strabilianti tanto che faceva rimanere il mondo a bocca aperta proprio grazie alla sua strabiliante potenza di riuscire ad ottenere qualunque cosa egli volesse. Comunicava con gli spiriti infernali i quali lobbedivano ogni qualvolta egli gli richiedeva aiuto per ottenere qualcosa, riuscendo in questo modo a produrre potentissimi incanti.

Egli riusciva a dominare coloro che gli stavano accanto e non ed è proprio a questo che deve la sua conversione al Cristianesimo, che avvenne tramite un fortuito caso, un avvenimento damore. Adesso vi racconto questa storia.

In Antiochia vera una ragazza chiamata Giustina, molto graziosa ma anche tanto ricca. Era stata allevata seguendo la religione pagana, ma ascoltando le prediche di un diacono che descriveva in maniera amaliante la nuova religione, cioè quella di Cristo, decise di convertirsi convincendo in un secondo momento anche il padre a seguire questa nuova dottrina.
unragazzo di nome Aglaide si innamorò perdutamente di lei, così decise di chiedere la sua mano. La ragazza lo rifiutò in quanto fece voto di castità per amare in maniera totale Cristo e quindi professare in maniera pulita la sua Fede. A questo rifiuto il ragazzo non si rassegnò, così disperato, si rivolse a San Cipriano domandandogli di aiutarlo a conquistare con un potente sortilegio la ragazza.
San Cipriano ascoltò il ragazzo e quindi decise di aiutarlo sfoderando la sua vasta gamma di sortilegi damore anche quelli più potenti, chiedendo aiuto agli spiriti maligni per aiutarlo a far cedere la ragazza.Ma ahimè! Qualunque sforzo o incanto fu vano, Giustina era intoccabile perchè si era posta sotto la protezione della Santa Vergine, era aiutata dalla divina grazia di Gesù e inoltre portava sul palmo della mano destra il segno della croce di San Bernardo che da sola basta ad annientare qualsiasi genere di fattura ( questa croce è la famosa croce che portano i templari, chiunque portava disegnata questa croce nel palmo della sua mano non veniva attaccato dalle arti magiche, era un potentissimo talismano).
San Cipriano carico di ira invocò Lucifero domandandogli per quale ragione egli fu vinto da una così delicata creatura. E si rivolse al Dio degli inferi in questo modo: << Da che dipende oh genio dAverno che tutta la mia potenza sia umiliata da una debole donna?Non puoi tu che eserciti onnipossente demonio, sottometterla al mio comando? Dimmi subito quale amuleto ella utilizzi che le da la forza di resistere al mio comando e quindi di vincermi!>>. Lucifero obbligato dal volere del divino gli rispose: <>. San Cipriano forse già colpito dalla grazia divina gli disse:<< Se è così come tu dici, fin dora ti rinnego e mi faccio discepolo di Cristo!>>
La conversione fu così sincera che egli andò giubilante al martirio per ascendere poi nella schiera dei Santi.

Rituale per far si che una persona vi chiami by rosy.Q

Pubblicato 23/08/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

CARI LETTORI, QUESTO RITUALE SERVE A FARVI RICEVERE UNA TELEFONATA O UN MESSAGGIO, UNA E. MAIL O COMUNQUE UN CONTATTO DALLA PERSONA CHE VI INTERESSA.

BISOGNA CONCENTRARSI MOLTO E CREDERCI PER FARLO AVVERARE.

LUNA: PIENA O NUOVA

GIORNO: VENERDI

OCCORRENTE:

1 FOTO DEL VOSTRO AMATO, 1 CANDELA BIANCA,  BICCHIERE MAI USATO PRIMA I VETRO O CERAMICA,ACQUA QUANTO BASTA, CERA.

PROCEDIMENTO:

PRENDETE LA FOTO DELLA PERSONA CHE VI STA A CUORE E METTETELA NEL BICCHIERE, RIEMPITE IL BICCHIERE D’ ACQUA LASCIANDO AL BORDO DEL BICCHIERE UN PO DI SPAZIO DELLA GRANDEZZA DI DUE DITA CIRCA.

ACCENDETE UNA CANDELA BIANCA E PARLATE AL VOSTRO AMATO CON AMORE, COME SE FOSSE ACCANTO A VOI, QUASI COME SUPPLICA, MANDATEGLI UN MESSAGGIO POSITIVO, D’AMORE, CHE PROVIENE DAL CUORE. QUANDO AVRETE FINITO, FATE CADERE NEL BICCHIERE 7 GOCCE DI CERA E RECITATE UN PATER NOSTRO.

PARLATEGLI NUOVAMENTE ATTRAVERSO LA FOTO, COME SE VI FOSSE ACCANTO, CON MOLTO AMORE E RECITATE UN AVE O MARIA, METTETE ALTRE 14 GOCCE DI CERA E IMPLORATEGLI \ORDINATEGLI DI CHIAMARVI.

QUANDO AVRETE FINITO, TOGLIERETE LA FOTO, SPEGNETE LA CANDELA, TOGLIETE L ‘ACQUA E CONSERVATE LA FOTO  IN UN RECIPIENTE IN UN POSTO SICURO E AL BUIO..

 

BUON LAVORO

BY ROSY.

 

 

 

 

candele byrosy

Pubblicato 09/07/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Amate le candele ?

in ogni casa di strega e stregoni che si rispetti trovate candele di ogni tipo, colore, forma e dimensione.

in casa e sempre opportuno avere delle

CANDELE BIANCHE :

potete usare le candele bianche per i riti di purificazione, esse inoltre favoriscono la meditazione,la pace e l’ armonia spirituale….in questo periodo vi dico che ne sto’ accendendo una miriade davvero!!!!

potete eventualmente rafforzare l’ effetto ad uso della candela bianca, sfregando la candela co n dell’ olio adeguato.

CANDELE VERDI:

esse servono per  cio che riguarda la fortuna in senso lato.

le questioni finanziarie e di lavoro anche .. per intenderci,

il verde e’ il colore della terra, dell’ energia materiale e quindi particolarmente adatto alle magie di ricchezza.

CANDELE ROSE:

per tutti i riti che riguardano l’ amore e la passione.

per rianimare la vostra vita amorosa per esempio, prendete 2 candele rose, mettetele una accanto all’ altra sul vostro altare domestico e metteteci in mezzo un quarzo rosa.

accendete regolarmente le candele e lasciatele bruciare il piu’ a lungo possibile.

rinforzate ulteriormente l’ effetto, con un po di  olio di rose… e\o  Ylang e Ylang..se il problema e’ la passione….:=

ma attenzione, non abusare di questo incantesimo, perche’ nel caso voi aveste gia’ una vita appagante, cio’ potrebbe  comportare litigio o separazione.

CANDELE BLU:

sono particolarmente adatte per la camera da letto..soprattutto di notte favoriscono sogni profetici e proteggono contro influssi indesiderati.

mettete una singola candela blu, sulla finestra della vostra camera e nell’ accenderla invocate gli spiriti dell’ aria.-

CANDELE GIALLE:

adatte a rilassarsi e  favorire equilibrio,percezione extrasensoriale, raccoglimento spirituale.

CANDELE ROSA;

favoriscono i rapporti in generale,rafforzano armonia e comprensione.

CANDELA VIOLA:

serve a rafforzare la magia di turno.

utilizzate da sole, rafforzano l’ approccio alla magia .

CANDELE MARRONI:

per tutto c io’ che implica la gestione domestica, animali compresi.

per ogni animale domestico che avete, accendete  una candela di questo colore e visualizzate l’ animale bello, vispo, pimpante….protetto da tutto e da tutti….

spero di non essere stata prolissa e spero che l’ articolo sia stato di vostro gradimento…

un abbraccio, vostra rosy..lunaxx.

 

 

PERCHE’ I RITi FUNZIONANO A VOLTE SI E A VOLTE NO

Pubblicato 04/07/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Quando si opera con un Rito nessuna garanzia può essere data in quanto la Magia agisce modificando lo stato emotivo fisico e psichico del soggetto sottoposto ad azione , ma ci possono essere delle barriere. Cosa sono? Le barriere sono ciò che il soggetto che si allontana si è costruito come causa dell’allontanamento. Partiamo da quella più semplice per farvi capire: se il soggetto di cui vogliamo il ritorno si separa perchè si è accorto di non amare più il suo partner, in questo caso se il disinnamoramento è dovuto alle forze astrologiche avverse che hanno agito nel tempo, in quanto i due non sono riusciti a costruire un legame Spirituale , allora l’unica barriera è quella di non sentirsi più coinvolti. In questo caso il Rito riesce sempre a farli ritornare insieme; se oltre al disinnamoramento ci sono anche forze contrastanti verificabili in sinastria, dove la persona che si è allontanata non si è sentita capita, quindi difetto di concordia in questo caso, il convincimento a non tornare (barriera) è più forte, ma se non ci sono stati grossi traumi il Rito riesce a fare in modo che il soggetto si rimette in discussione , forse occorrerà un Voudun e più di un Rito Voudun; se poi oltre alle incomprensioni sono accaduti avvenimenti tipo tradimento (che comporta una perdita di fiducia irrimediabile da parte del parnter che si allontana) oppure cattiverie dispetti, o peggio ancora, si sono alzate le mani o quant’altro la (barriera) è alta come un castello, in questi casi le percentuali di successo scendono anche se non si riducono mai in nessun caso a zero come mai in nessun caso ci può essere l’inverso la certezza al 100% .

Due persone di sesso opposto nel caso di eterosessuali e dello stesso sesso nel caso di omosessuali si uniscono per la legge di attrazione fisica , si piacciono poi condividono vari livelli della loro personalità e background di vita, partendo da un impulso di attrazione fisica la quale poi grazie agli influssi astrologici che vanno ad influire sulla nostra psiche ed emozioni fanno da amplificatore e i due si sentono innamorati (cotti) questa attrazione come dicono anche gli esperti di psicologia, può durare dai pochi mesi se c’è incompatibilità a un tre anni circa, dopo di che i due cominciano a sperimentare la noia se in questi tre anni non ci si è amalgamati anche spiritualmente. Che vuol dire amalgamarsi spiritualmente?

Le fasi lunari e riti magici BYROSY

Pubblicato 02/07/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

CARISSIMI LETTORI, PRIMA D INTRAPRENDERE QUALSIASI CAMMINO ESOTERICO ,BISOGNA SAPERE CHE E DI ESTREMA IMPORTANZA EFFETTUARE IL LAVORO CON LA GIUSTA LUNA, AFFINCHE’ IL LAVORO STESSO POSSA ESPLETARSI….

EFFETTUARE LAVORO CON LA LUNA SBAGLIATA PO’ ADDIRITTURA RENDERE OPPOSTO LO SCOPO O NEL MIGLIORE DEI CASI , RENDERE NULLO IL VOSTRO OPERATO.

QUINDI ATTENZIONE….

 

A ogni ciclo,la luna attraversa quattro fasi. La durata complessiva del ciclo è di 29,5 giorni. Le fasi lunari sono le seguenti:

Luna Nuova: Se dovete iniziare qualcosa e volete lanciare un incantesimo che vi faciliti, la luna nuova è la fase più indicata. Nel caso in cui l’esecuzione di un sortilegio a scopo benefico richieda più giorni, si può cominciare nel giorno del novilunio e poi proseguire in quelli successivi.

Luna Crescente: Il passaggio dal novilunio al plenilunio avviene attraverso la fase dela luna crescente,un periodo legato alla crescita e alla novità. E’ una fase adatta agli incantesimi per attrarre,creare,ispirare e produrre.

Luna Piena: La notte del plenilunio è la più magica di tutto il mese e la sua energia può essere usata per molti scopi diversi quali l’amore,conoscenza,protezione,prosperità e divinazione. Le streghe festeggiano la luna piena con un rituale chiamato Esbat, celebrato in onore della divinità femminile.

Luna calante: Dalla luna piena si passa alla luna nera. La luna calante è una fase legata alla dissoluzione e si presta agli incantesimi per rimuovere,scacciare o liberare.

san cipriano/preghiera in latino, by rosy

Pubblicato 21/10/2009 da cartomanziaeritualibyrosy

San Cipriano

E ‘Tratta dall’Epistola VIII di questo santo scrittore latino Che nacque verso l’anno 200 A Cartagine. E ‘sempre un efficacissimo Strumento di Protezione in Molte Difficoltà della Vita: leggiamola in latino, una delle “lingue magiche” per eccellenza, e portiamone sempre una copia con noi.

ROGEMUS PACEM MATURIUS Reddi, CITO LATEBRIS NOTRIS ET PERICULI SUBVENIRI, IMPLERI Quae FAMULIS SUIS DOMINUS DIGNATUR ostendere, REDINTRGRATIONEM Ecclesiae, SECURITATEM SALUTIS nostrae, POST PLUVIAS SERENITATEM, Post tenebras lucem, POST PROCELLAS ET TURBINE placidam LENITATEM, PIA paternae DILECTIONS AUXILIA, Divinae majestatis SOLITA magnalia, QUIBIS ET PERSEQUENTIUM BLASPHEMIA RETUNDATUR ET LAPSORUM poenitentia REFORMETUR, ET FORTIS ET stabilis PERSEVERATIUM FIDUCIA GLORIETUR

PRODIGIOSA LA PREGHIERA DI SAN CIPRIANOHo riprodotto integralmente per voi la famosa preghiera di San Che Dopo lunghe ricerche sono riuscito a trovare, Cipriano in un volumetto antico. Recitatela per jettature scongiurare malefici, incanti, sortilegi, fatture, malocchio,, invidie e Ogni altra sorte di Avversità e per Avviare bene i Commerci. San Cipriano vi aiuterà. Fede e Pregatelo con Seguite QUESTI suggerimenti che io vi do. Vi premetto Che invocandolo, Egli nel sonno o nel dormiveglia Potra anche comparirvi. Sarà il segno tangibile del Suo interessamento per voi. Ciò affinchè accada, sara Necessario recitare l’orazione per sette sere (dalle 19 alle 20) STANDO inginocchiati su di un inginocchiatoio, a porte chiuse, una illuminata da una candela sola e senza La presenza di nessun’altra persona. Per sette giorni concentratevi su questo contatto ultraterreno, Cercate di vivere in purezza di spirito e di corpo, cioè elevandovi e non Avendo assolutamente contatti carnali con Essere altro. Ogni sera prima di recitate l’orazione fatevi tre volte il segno della croce e con acqua santa cospargetevi la testa, la fronte, gli occhi, la bocca, gli orecchi. Finita l’orazione, Mangiate cibi naturali quali: formaggi, frutta, pane. Eliminare possibilmente Ogni tipo di carne. Bevete solo un po ‘d’acqua semplice ..Orazione DI SAN CIPRIANO
(Per Eliminare il malocchio)«Io Cipriani misero Peccatore per la grazia di Gesù Cristo, e per provvedere al sonno, ed alla memoria mi a, pregai e domandai.

«0 Altissimo il Quale sei il mio Dio Forte e Potente, il Quale abiti nel gran lume, e sei Santo, e lodevole! Conoscesti la mia iniquità per la Quale Sono stato in potestà del “demonio”: ma io ignorava allora il Tuo Santissimo Nome; Percio con malefici Faceva Che le nubi non piovessero, i campi non producessero, gli armenti non generassero, le donne non portassero uno Frutto i Loro Figlioli, pesci e gli Stessi non tentassero il mare Perdendo Ogni corso, e velocità. Tutte queste cose le facevo per la grande mia iniquità.

«Ma ora, Signore mio Gesù Cristo, Che ho conosciuto il Vostro SS. Nome, l’ho amato, e sono già convertito con tutto il mio cuore, con tutta l’anima, con tutta la mia mente, con tutte le mie FORZE nel Tuo amore, e nei Tuoi Comandamenti; Desidero di sempre permanere in Te. Io Ti domando, che tu mi conceda il Tuo amore, Tu che sei parola dell’Altissimo Padre, acciocché si rompino i legami delle nubi, e discenda la pioggia sopra la terra e gli alberi diano i frutti Loro, e le donne partoriscano i Loro figliuoli senza macchie e Poppino i fanciulli il latte delle madri Loro, e si sciolgano i pesci nel mare, e tutte Le cose che sono in Esso, e disciolgansi tutti gli animali volatili e tutti gli animali, Che sono di quattro piedi, e tutti gli Fiumi, e se alcuno uomo o donna avesse qualche ombra dì spirito maligno, o malia, per la Quale facesse del male agli altri Suoi simili, ogni sua Virtù SIA disfatta e nel Nome SS. Tuo JESUS fugga da costui Ogni maligno spirito ed Ogni malia o fantasma, e non Possa Avere potestà il maledetto “demonio” di nuocere ad alcuna persona la Quale Confida in Te, e si parla da lui, o da lei Ogni maleficio, e Ogni Malia E sia maledetta ogni sua opera, Ogni Suo senso ed ogni sua fatica. E Tu, mio Signore: Guardaci dal “demonio” e da Ogni Suo inganno, per lo Santo Tuo Nome grande: e sempre glorificato.

«0 mio Dio Onnipotente accetta le mie Suppliche, e fa si che con piena Tua mano Piovano sul Tuo servo (o serva) quelle stesse Benedizioni, Cader Che facesti su Quella pietra di Oreb da CUI ne scaturì acqua abbondantissima per la dissetazione dei figliuoli di Israele.

«0 Signore Iddio siccome ponesti Adamo nel Paradiso del Mondo, da dove n’esce un gran fiume, il Quale si divide in quattro fiumi-cioè Gion, Fison, Tigri ed Eufrate, ED A CUI comandasti, Che tutto il mondo bagnasse, e niuno Possa uno lui contrastare, così ancora il maledetto “demonio”, o ALCUN Legame; o fattura, o mal uomo o mala donna, o mal occhio o malincontro darci noia. E non Possa contristare Né nuocere il servo Tuo (o serva Tua) n’è ALCUN di Quelli, che ti chiameranno in aiuto. Partansi Ogni Malia, Ogni maschio, ed Ogni inganno del “demonio”, partansi ancora da ESSI tutti gli avversari, e non abbiano alcuna potestà di Loro Poter nuocere, e CIASCUNO dei Loro avversari Che Desidera di nuocere Loro SIA confuso. Indirizza la persona del Tuo servo (o serva Tua) e tutti li suoi Membri per la virtù del’Altissimo Iddio, per intercessione uno di San Michele, San Gabriele, San Raffaele, Cherubini e Serafini per la virtù del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo, Amen.

«E per la virtù di quel glorioso Angelo, il Quale Discese nuovamente Nella città di Nazaret a Maria Vergine. E per la virtù di Quei Cherubini e Serafini, i qualifiche Stanno sempre intorno alla Sedia dell’Altissimo Iddio, guardi e liberi il servo Tuo (o serva Tua) e da fattura Ogni da Ogni mal pensiero dei nemici, nato abbiano potestà di nuocere, per l’orazione degli Angeli, i Quali sono riuniti in tutto. Il mondo, così libera questa casa e tutti Quelli che abitano in essa da tutti i mali, Che fanno i malvagi o le maledonne. E per il nome, Quale è sopra i Cherubini fa Che non abbia potestà il maledetto “demonio” di stare Né scorrer Dinanzi al Tuo servo (o serva Tua) ne di giorno ne di notte SIA turbato, offeso né.

«E per l’orazione di San Pietro Principe degli Apostoli, e per le Petizioni dei SS. E per l’umiltà dei Pellegrini, e per la Penitenza di Adamo, e per il sacrificio di Abele e per la mansuetudine d’Isacco, per la, castità di Giuseppe, per la Bontà di Giosafatte, per l’obbedienza di Noè, per La benignità di Matusalem, per la fede ed obbedienza di Abramo, per l’offerta di Isaia; per la religione di Melchisedech, per la peregrinazione di Giacobbe; per la pazienza di Giobbe per la mansuetudine di Mosè, per la religione di Aron, per La devozione di Tobia, per i salmi di David, per l’orazione di Sara, per il lamento di Geremia, per la santità di Zaccaria e per le profezie dei Profeti; e per le sedi di Coloro Che non dormano mai; lodando e benedicendo Dio in Cielo, e per la chiarezza della Divinità, e per le rivelazioni degli evangelisti; per la voce degli Angioli, e per colui Che vide Mosè; e per lo splendore del lume eterno, per la fortezza dei Martiri, per la fede dei Confessori , per l’Annunciazione e Concezione di NS Gesù Cristo, per la Natività e Battesimo Suo per la Croce, Passione e per la Morte sua; per colui Che a causa di pesci, e cinque pani saziò cinquemila uomini nel deserto, e per colui Che Andò Sopra le Acque con i Suoi piedi; e per Quei Cori degli Angioli Quali saliranno al Cielo con Gesù Cristo. E per il digiuno dei Santi Apostoli, e per lo Spirito Santo, il Quale Venne Sopra di loro, e per la contrizione dei Pellegrini, e per tutti Coloro Che temono Dio, e per Colui Che creò tutte le cose, sciolga quest’anima da Ogni forza dei “demonio” per l’Autorità del Divino e dei Santi Nomi, Che qui sono scritti uno lode di Dio. Amen.

«E se Quella malia o Legame Fosse Stato Fatto in nome del” demonio “infilato d’oro o in ferro, o in rame, o in piombo, o o a Stagno, in lana, o in lino, o in uccello, o di pesce, o di legna, in alcun’ombra, in pietra, o in sepoltura di Cristiani, o di Ebrei, o in fonte, o in mare, o in casa, o parte di sotto o disopra, o in campo o in vite, O in Albore o in pozzo, in profondo di acqua; in sepoltura o in fosse, o nel deserto, o nella decisione di via o in chiusura. Siano tutte queste cose disfatte appresso la serva o servo di Dio Nostro, in nome dello stesso Dio, ed il maligno “demonio” non abbia potestà di nuocere alcuno di Quella casa. E porta Suo amore Dinanzi ai Santi: Michele, Raffaele, Gabriele ed Angeli ed Arcangeli, Troni, Dominazioni, Principati e Potestà Virtù ed Ogni Ordine dei Beati Spiriti.

«E per San Giovanni Battista, e per i Patriarchi, i Profeti, e per l’orazione dei Dodici Apostoli, e per l’orazione dei quattro Evangelisti, e per l’orazione dei Santi Martiri: Lino, Cleto, Clemente, Sisto, Cornelio, Lorenzo, Vincenzo, Teodoro, Crispino, Dionisio, Eustachio, ed altri compagni, e per l’orazione di tutti i Confessori e per l’orazione delle sante Vergini Maria Salomè, Margherita, Perpetua, Agnese, Felicita, Lucia, Cecilia, Caterina, Reparata, Concordia, Cristiana, Giuliana, Barbara, Giustina e tutte le Sante Vergini e Martiri di Dio per la virtù Celestiale Iddio vivo e vero, Crocifisso Imperatore e Vincitore della morte, il libero Quale l’umana generazione Dalla potestà delle tenebre: SIA Liberato il servo (o serva) di Dio Nostro.

«Io ti scongiuro maligno spirito per il nome di Dio per la, Tetragrammaton Virtù di colui, Che non ha principio Né bene, il Quale va sopra le nubi e sopra le penne dei venti, per gli Angioli, Che sono Dinanzi à lui, le CUI facce sono coperte; e per lo splendore dell’Altissimo e per la virtù del Signore dei Signori.

«Io ti scongiuro maligno spirito, che tu non abbi potestà sopra di questo servo (o serva) di Dio Nostro, Che ne di giorno, ne di notte abbi potestà sopra di lei, vigilando Né, dormendo Né, o in casa, o fuori , o mangiando, bevendo o, o in campo) o in vigna, o in via Torta, o di debito o di tre vie, o in ogni luogo dove l’umana generazione conserva immagine di cera o di metallo Qualunque essa sia, non abbia potestà di Poter nuocere A questo servo (o serva) di Dio nostro. E siccome l’ardente fuoco non Brucio i tre Fanciulli Silerac, Misac, a cura di Abdenago; così non Possa ALCUN maligno spirito nuocere al servo (o alla serva) Vostro. Ed il Nostro Signor Gesù Cristo guardi il devoto servo (o serva), da Ogni pericolo conservandolo Nella sua Grazia.

Amen ».

San Cipriano DEVE Essere reputato uno dei grandi maghi dell’antichità. Conobbe tutti i segreti delle scienze occulte e della negromanzia. Nacque in Antiochia (304) in una famiglia agiata. Sin da giovane si dedicò con passione magiche alle scienze. NUMEROSI scrisse libri sulla stregoneria, e Stupi le genti per i Suoi Poteri di Taumaturgo. Previsioni Lascio e divinazioni Che Hanno del sorprendente; domino con straordinaria energia Le forze del male. Venne condannato al martirio mediante Decapitazione insieme alla vergine Giustina. La sua festa si celebra il 26 settembre.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.137 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: