Archivi

Tutti gli articoli per il mese di Maggio 2021

rito spezzafattua by rosy

Pubblicato 20/05/2021 da cartomanziaeritualibyrosy

Questo rito seve pe spezzare una fattura o comunque una pratica malvagia.

potete operare di Sabato in luna calante.

OCCORRENTE:

.CARBONELLA INCANDESCENTE

.STUFETTA DI RAME PORTATILE.

.CUMINO

.INCENSO LITURGICO

.COLTELLO

.CARTA GIALLA (RAPPRESENTA LA LUCE, IL SOLE, IL BUON AUSPICIO.)

.2 CHIODI (CHE LEGHERETE PO MO DI CROCE SIMBOLO DI ESORCISMO.)

Brucia incenso metallo dorato decorato 8 cm

PROCEDMENTO:

PRNDERE LA STUFETTA PORTATILE, METTETE LE BRACI (CARBONELLA ACCESA) E GETTETEVI SOPRA DEL CUMINO E L’ INCENSO LITURGICO CHE LASCERETE BRUCIARE NATUALMENTE, MENTRE CO’ ACCADE, IRATE CON IL COLTELO OGNI TANTO, TENEDO IN MANO IL COLTELLO DAL LATO SINISTRO E IL BRUCIAINCENSO (O STUFETTA PORTATILE IN RAME) DALLATO DESTRO.

Entrate in tutte le stanza della casa passando con i fumi prodotti sopra e sotto i letti, mescolando e pronunziando a catena quindi di continuo:

“NON BUCO QUET’ INCENSO,MA BUCO IL CORPO, L’ ANIMA E TUTTI I SENTMENTI DI QUELL’ INFAME CHE HA MESSO LA MALASORTE IN CASA MIA.”

LASCIATE BRUCIARE TUTTO L’ INCENSO QINDI METTERETE UN FOGLIO GIALLO E I CHIODI LEGATI A MO DI CROCE.

.SE non sapete che vi ha fatto del male buttate l’ incenso in un ruscello o un fiume

.Se conoscete che vi ha fatto del male, portate il braciere in casa sua e nascondetelo sotto al so letto.

n.b. segliete voi come liberarvi dei resti, fate quello che vi riesce meglio.

.La persona che vi ha fatto del male, non dormira’ la notte dal tormento. 🙂

Rituale del perdono BY ROSY

Pubblicato 10/05/2021 da cartomanziaeritualibyrosy

Rituale del perdono

Chiedi perdono:Io (il tuo nome) sinceramente chiedo perdono per tutto quello che ho fatto, pensato e provato, che ha prodotto qualsiasi forma di disarmonia, dolore o sofferenza nella vita di chiunque, e nella mia stessa vita.Ricevi il perdono:Io (il tuo nome) ricevo questo perdono profondo e completamente, e libero in questo momento ogni senso di colpa, paura, tristezza o dolore che mi ha causato.Invio a tutti i ricordi la pura Luce!Siamo liberi, siamo liberi, siamo liberiCosì è fatto.Perdona:Nello stesso modo in cui ricevo questo perdono nella mia vita, decido di perdonare ora, profondamente e completamente me stesso per tutte le persone che attirano energeticamente verso di me e che mi hanno portato apprendimento e riflessioni.Perdono tutte le persone che ho creduto che un giorno mi hanno svalutato e offeso.Chiedo perdono e perdono mio padre, mia madre e me stesso, per tutto quello che ho creduto che abbiano fatto, che in qualche modo ha prodotto disarmonia, dolore e sofferenza nella mia vita.Chiedo perdono e perdono, ogni censura, ogni alterazione vocale, ogni critica, ogni atteggiamento che ho creduto fosse senza amore.Non conoscevo i contratti firmati con gli antenati nelle loro famiglie!Mi perdono completamente per tutti gli atteggiamenti e le scelte sbagliate che ho fatto. E come ogni essere umano, riconosco di essere soggetto a delle colpe, quindi, come chiunque altro, anche io merito di ricevere il perdono.Perdonami, perdonami, perdonamiIn questo momento ricevo questo perdono e libero ogni colpa e risentimento del mio essere.Siamo liberi, siamo liberi, siamo liberiNemmeno i peggiori avvenimenti della mia vita, né le più grandi incoerenze della mia storia, e nemmeno il peggiore dei miei errori, sono stati capaci di cancellare i semi di Amore e Verità che ci sono nella mia essenza.Ti amo, ti amo, ti amoOra il mio essere è pulito.(Per Autoimmagine e Autostima) -Mi amo e mi accetto, profondamente e completamente come sono, e dichiaro che ogni giorno in ogni modo, divento sempre migliore.Mi impegno a fare tutto il necessario per vivere il mio massimo potenziale.Decido di amarmi e rispettarmi in ogni dettaglio. E mi amo completamente come sono.Sono un vincitore, sono nato per vincere.Salute e saluteDichiaro che la mia salute è perfetta, dichiaro e decreto equilibrio in tutti i processi del mio organismo, dichiaro e decreto equilibrio nelle mie emozioni, dichiaro e decreto un metabolismo perfetto e la mia immunità estremamente elevata.Ogni giorno in ogni modo divento sempre più sano. Il mio corpo è il mio tempio sacro, e mi impegno a prenderne cura in ogni dettaglio.Mi amo e mi accetto completamente come sono.

Il PALO DI MAGGIO .(beltame)

Pubblicato 01/05/2021 da cartomanziaeritualibyrosy

Il PALO DI MAGGIO

Uno dei simboli più significativi di Beltane è il
Palo di Maggio, che in Scandinavia, Germania e Inghilterra, viene spesso eretto su gradini o terrapieni al fine di riprodurre simbolicamente l’Yggdrasil, l’Albero Cosmico.
Il Palo di Maggio è un elemento importante nella tradizione celtica di Beltane. E’ sostanzialmente un lungo tronco piantato a terra, alla cui cima sono legati dei nastri colorati con i quali i danzatori eseguono intrecci decorativi ballando intorno al palo. Man mano che la danza si svolge intorno al palo, ruotando in cerchio, i nastri si attorcigliano creando un bellissimo effetto multicolore. Secondo la tradizione di Beltaine il Palo di Maggio viene preparato in occasione della ricorrenza di Imbolc, il primo febbraio.
Sono moltissimi i paesi di tutta Europa ad erigere il Palo di Maggio. Il rito è conosciuto come Palo di Beltaine o May Pole ed è praticato in tutti i Paesi dell’Europa, compresi il Nord e Sud Italia.
Originalmente i pali erano in betulla e i giovani danzavano intorno ad essi durante la festosa celebrazione. In modo particolare le fanciulle strofinavano i propri genitali sulla betulla (simbolo della Grande Madre) per propiziarne la fertilità.
I Pali di Maggio vennero vietati in Inghilterra nell’aprile del 1644 dal governo e fu decretato lo sradicamento di quelli permanenti, infliggendo così un duro colpo alle celebrazioni locali che avevano ancora un sapore pagano. Anche dopo la disfatta della Repubblica e la restaurazione della monarchia, molti di questi Pali non furono mai rimessi a loro posto.
La danza intorno al palo del Maggio pur avendo perso ai nostri giorni il suo significato rituale è una danza molto suggestiva che viene spesso riprodotta durante le feste celtiche o medievali.
Il palo deve essere privo di rami, alto dai 10 metri in su, con diametro di una spanna circa. Secondo la tradizione agli uomini del villaggio spettava il compito di preparare il simbolo maschile del palo di maggio (ontano, betulla, maggiociondolo, pioppo). Il tronco andava ripulito dai rami e appuntito alla base per poter essere ben infilato nel terreno.
Sempre secondo la tradizione, la colorazione dei nastri era compito delle donne del villaggio, che cominciavano a prepararli dopo Imbolc.
La loro lunghezza deve essere circa il doppio della lunghezza del palo.
I colori dei nastri variano a seconda delle tradizioni, ma più spesso sono di due colori: bianco e rosso, a riepilogare la dualità del principio femminile e del principio maschile. Secondo la tradizione i nastri dovrebbero essere ventiquattro, alternati per coppie di colore. Ad esempio con i colori (senso antiorario) rosso, giallo, verde, blu, la prima coppia ha il rosso per l’uomo e il giallo per la donna, la coppia successiva sarà blu per l’uomo e verde per la donna.
La preparazione della corona di fiori, sempre secondo la tradizione, era affidata alle donne del villaggio in cerca di un compagno. Si intrecciano rami di vimini o di vite (oppure tralci d’edera o di rami di legni flessibili) in forma circolare su cui si legano vari fiori di stagione (ad esempio biancospino, viole, e fiori di campo).
Il diametro della corona varia a piacere l’importante è che sia un po’ più grande del palo perche possa salire e scendere agevolmente durante la danza.
Prima dell’innalzamento del palo avveniva il rituale di consacrazione dello stesso e dello spazio della danza. In genere tre giorni prima della festa o in prossimità del plenilunio. Questo rituale serviva a consacrare il palo e la corona come simboli delle due energie maschile e femminile.
Il giorno della festa, le donne scavavano una buca (simbolo vaginale) adatta a contenere il palo e si preparavano per una danza di corteggiamento rituale da parte degli uomini, i quali inizialmente erano scacciati dalla buca ma alla fine ottenevano il permesso di inserire il palo (simbolo fallico). Dopo aver fissato i nastri distribuendoli intorno alla cima in alternanza, si appoggiava sulla cima la corona di fiori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: