LEGGENDE STREGATE ITALIANE

Tutti i post nella categoria LEGGENDE STREGATE ITALIANE

rito per staccarsi ancestralmente da persone del passato

Pubblicato 27/01/2020 da cartomanziaeritualibyrosy

 

Ha mai sentito parlare di arresto dell’anima? Forse sei connesso con diverse persone e nemmeno lo sai

Cerchiamo di capire cosa questo significa;
🌛🌞🌜 si dice che 🌛🌞: ogni volta che  un individuo ha rapporti sessuali con un’altra persona, le loro anime restano legate! Questa e ‘ una delle dottrine piu ‘ antiche del mondo. E ‘ nata  cn il matrimonio. Da questo legame d’ anima, i due corpi restano uniti, essendo che  molte cose possono passare dall’1 all’altra.. La Magia sessuale ha questa tesi come suprema! Sì. Possiamo quindi fare lo spegnimento d anima! Quindi possiamo tagliare questa connessione….. Per esempio se tu sei stata con 5 persone rimane legato a questi cinque persone se ognuno di loro altre 5 personeimmagino con quante persone sei rimasta collegata . La forza spirituale è minore! Molte persone restano legate ai loro partner o innamorate del loro partner anche quando il loro rapporto sentimentale è finito. questo è il risultato di un legame d anima! Questo arresto Si dovrebbe fare con la luna nuova e per tutta la luna nuova.Così terresti la tua anima pura senza connessione con altre persone
🌛🌞🌜  🌛🌞: il rito di arresto

è ancestrale, quindi mi rendo conto che può sembrare un po’ strano.

🌛🌞🌜🌛🌞: lo spegnimento va  fatto sulla luna nuova, possibilmente con solo una candela Bianca accesa e alle ore 00:00.sul bagno . Devi cercare qualche dio o entità che posso aiutarti sia per l’amore che per il sesso io consiglio anche pompa gira come voi sapete io adoro questa entità.

bisogna fare una richiesta scritta quindi bisogna prendere un pezzo di carta una penna nera e scrivere nome e cognome della persona o delle persone data di nascita ,chiedendo di rimuovere quella persona della vostra vita.

alla fine della lettera se sei un uomo devi mettere un goccio del tuo sperma. se sei una donna devi mettere un goccio del tuo sangue mestruale  e attendere la luna piena per bruciare la richiesta al Dio! E così sarai libero.

Fatemi sapere com’è andata e buona navigazione Rosy

Il sonno dei gatti e la nostra protezione

Pubblicato 20/03/2019 da cartomanziaeritualibyrosy

 

Forse ti sei già chiesto perché i gatti dormono così tanto. Beh, dopo molte ricerche, ho trovato qualcosa sull’argomento interessante…

La prima scoperta è stata che i gatti dormono molto perché hanno bisogno di ripristinare le energie che perdono mentre fanno la pulizia dell’ambiente. Questa non è una novità, perché già nell’antico Egitto erano e sono ancora considerati animali sacri, perché simboleggiano esattamente questo: la pulizia, l’igiene, sia dell’ambiente che della loro stesso.

Oltre a seppellire le feci e a fare la pulizia del proprio corpo, i gatti riescono a vedere ciò che ci passa impercettibile alla visione, cioè energie negative che possono turbare l’ambiente, come quelle derivanti da mal guardato, invidia, rabbia, ecc. Trasforma queste energie in positive e mette anche in movimento le energie che sono ferme.

Prestate attenzione dove al vostro gatto piace dormire, di solito cercano luoghi in cui vi è una certa energia fermata, questa energia non è necessariamente negativa, ma non è nemmeno buona averla senza utilità. Così il gatto è in realtà, una specie di filtro, mentre dormono trasformano l’energia o la mettono in movimento.

È bello sapere che non tutta l’energia è negativa. E ‘ normale che il gatto si senta stanco a causa di questo esercizio quotidiano, indipendente dal tipo di energia, quindi ha bisogno di dormire 18 ore al giorno. In questo modo esso ri-carica la sua batteria per il giorno successivo. La cosa strana è che anche loro sognano, tutto il tempo mentre dormono e quando si svegliano ancora si sentono stanchi.

Lo sapevi?
Gatti adulti e sani passano il 15 % della loro vita nel sonno profondo. Nel sonno leggero per circa il 50 % della loro vita,.Tuttavia, passano dallo stato di sonno profondo a quello di allarme più veloce di qualsiasi specie.

Breve storia del gatto<3 ❤ ❤ ❤

Nel corso dei secoli i gatti hanno significato molto per noi. Furono amati e temuti; stimati come talismani e massacrati come agenti del male.
I primi gatti addomesticati sono stati utilizzati per il controllo dei parassiti, nell’antico Egitto, intorno a 3000 a. C.. gli egiziani sono rimasti colpiti da quegli straordinari cacciatori e li hanno considerati sacri. Lo chiamavano ” Miw “. quando il ” Miw ” moriva, i suoi padroni si mettevano  a lutto.. lo imbalsamavano, lo mettevano in un navicella di legno e lo portavano nel grande tempio di bast, il Dio-Gatto, a bubastis.
Dall’Egitto i gatti sono stati portati in Italia e più tardi per l’Europa intera, conquistando estimatori in vari posti. Nel Medioevo, però, la loro fortuna è cambiata.
Il legame dei gatti con i culti pagani ha scatenato una campagna della Chiesa contro di loro. I superstiziosi credevano che le streghe potessero trasformarsi in gatti che spesso venivano bruciati vivi dai cristiani, che li consideravano agenti del male.
La carenza di gatti ha fatto sì che i topi si spargessero e disperdessero la peste in tutta Europa. Solo dopo…quando , man mano che la loro utilità è stata nuovamente riconosciuta, la cattiva fama è andata scomparendo. Nel XVIII secolo era già presenza costante nelle famiglie e alla fine del XIX secolo cominciò a partecipare alle prime esposizioni.

Gatti e streghe

Gli animali sono sempre legati alla stregoneria, soprattutto il ” gatto nero “. i gatti e altri esseri così chiamati ” familiari ”  o “famiglio” servivano in realtà, come prova nei processi di streghe del XVII secolo.
Gli animali svolgevano quindi diversi ruoli nei miti pagani e nelle pratiche religiose della vecchia Europa e alcune superstizioni legate alle capacità magiche di questi animali sono sopravvissute dopo la cristianizzazione.
La dottrina della Chiesa ha sempre incoraggiato le persone a discernere l’ombra di Satana in qualsiasi legame con l’ animale.

Quattro mila anni fa i gatti amati e sacri già nell’antico Egitto sono stati oggetto di culto religioso e questo per esempio poteva essere visto nelle feste che celebrava la dea di testa di gatta, “bast” che comprendevano musica, danza e rituali sessuali E se qualcuno commette l’errore di uccidere un gatto, questa persona potreva anche essere giustiziata.

Si diceva anche che la dea romana ” Diana ” assumeva una forma felina .

Cosa ha messo fine all’adorazione dei gatti? Il Cristianesimo che ha invaso l’Europa e aveva la determinazione di ripudiare tutti gli aspetti di paganesimo e di questi animali amati ..non era altro che piccole forme di “demoni”.

Curiosi sicuramente, questi casi che ho selezionato… vedi:
*Nel 1566 in Inghilterra un gatto di macchie nere chiamato “Sathan” è diventato un personaggio di grande importanza nel processo di Elizabeth Francis. I promotori dicevano che sathan aveva compiuto molti compiti magici per Francis. Il gatto faceva crescere i pascoli di erbe  per la sua padrona e attiava i suoi pretendenti ..ed egli fu anche ritenuto responsabile della morte di uno dei suoi amanti, che aveva annoiato la sua padrona. E per completare in modo decisivo, dicevano i testimoni che per premiare il gatto, Francis Gli dava una goccia del suo sangue.

*Un altro caso è stato un processo nel 1618 in cui si è parlato della partecipazione di un gatto nella magia che avrebbe mandato margaret e philippa flower in carcere. Margaret ha confessato di aver ripulito i guanti delle sue presunte vittime nella pancia del suo gatto. Il destino del gatto di Margaret Non è stato registrato da nessuna parte, ma molti parenti di streghe condannate sono stati bruciati vivi.

In questa grande galleria di casi delle streghe inglesi a metà del 1500, volantini venivano distribuiti per le strade dimostrando che ci sarebbe stato un processo per la condanna di qualche presunta strega .. cosi fu.

*Elizabeth Sawyer di Edmonton, impiccata nel 1621, fu una delle rare streghe inglesi a confessare relazioni col diavolo. Ha dichiarato che questo gli era apparso  E Più tardi, il diavolo si sarebbe manifestato come un gatto che si Rannicchiava in una tetta soprannaturale.

grazie per essere arrivati fin qui..

buona navigazione sul mio blog.

ROSY.

origini di ferragosto

Pubblicato 27/07/2018 da cartomanziaeritualibyrosy

Le vere origini del Ferragosto”

Risultati immagini per imperatore augusto

La parola Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, la festa pagana, introdotta in onore dell’imperatore romano Augusto, con cui, dal primo giorno del mese di agosto si celebrava la raccolta dei cereali.
. Anticamente, in questo giorno ci si scambiavano regali, accompagnando questo scambio con l’augurio Bonas ferias consuales; quando il sesto mese dell’anno romano venne intitolato a Cesare Augusto la formula mutò in Bonas ferias augustales, un augurio simile al nostro “Buon Ferragosto”. Infatti fu proprio l’imperatore a decidere di riunire in un unico periodo estivo tutto un complesso di festeggiamenti, i quali venivano chiamate Feriae Augustii o Feriae Augustalis ossia “Feste di Augusto”.
Successivamente la ricorrenza coincise con la festa dell’Assunta e la tradizionale festa di mezza estate prese una piega prevalentemente religiosa. Infatti, in questa occasione, si svolgevano spettacolari processioni notturne durante le quali veniva trasportata l’antica immagine del Salvatore, in un percorso che partiva dalla cappella di San Lorenzo in Laterano, oggi all’interno del santuario della Scala Santa per arrivare fino alla basilica di Santa Maria Maggiore. L’immagine di Cristo, proclamata Acheropita, cioè non dipinta da mano umana, ma secondo la tradizione dagli angeli, veniva prelevata dal papa in persona nella sera del 14 agosto e deposta su una portantina che avrebbe attraversato la città alla luce delle fiaccole.

Secondo una leggenda, nel corso di una di queste processioni papa Leone IV sconfisse un mostruoso basilisco che si era installato in una grotta nei pressi della chiesa di Santa Lucia in Orfeo, poi Santa Lucia in Selci. La processione venne soppressa intorno alla seconda metà del secolo XVI. Successivamente il Ferragosto romano fu legato a riti profani come le corse dei cavalli, i combattimenti dei tori. Ci furono anche giochi particolarmente incivili come gli “strappacolli alli paperi” che furono aboliti dal pontefice Innocenzo XI, nel 1681.

Incenso di Cleopatra per sedurre

Pubblicato 21/08/2017 da cartomanziaeritualibyrosy

Care lettrici, ecco a voi un profumo erotizzante  da realizzare per far impazzire il vostro partner.

In qualsiasi luna….qualsiasi

Occorrente:

.ridacee radice,
.polvere di legno di sandalo,
.radice di iris,
.foglie o radice di patchouli,
.mirra,
.incenso,
.segatura
.salnitro.

Mescolate tutto…mettete in un vaporizzatore e spruzzatevene…

Utilizzate il profumo spruzzandone un po nella vostra camera da letto, una mezz’ oretta prima di ricevere chi volete.Se invece avete un appuntamento (a sfondo sessuale sia inteso) fuori casa spruzzatene un bel po prima di recarvi al vostro incontro.

Buon lavoro, vostra RSOY.

La radice di tormentilla (in polvere per tenere in pugno lui\lei)

Pubblicato 28/11/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

Procuratevi in erboristeria della radice di “POTENTILLA TORMENTILLA” e pestatela in un mortaio fino a ridurla in polvere.Mentre lavorate ripetete il nome della persona che volete influenzare o..tormentare (sarebbe meglio farlo un un primo Venerdi di luna crescente anche se non e’ obbligatorio.)Quando la radice sara’ ridotta in polvere,potrete mischiarla al cibo che offrirete (a lui o a lei) dicendo nella vostra mente

Tormentilla, Tormentilla, dammi in pugno la mia bella, falla schiava o libera per volonta’ mia! Voglio, comando e posso e cosi’ sia!

Somministrate la radice in piu’ occasioni, ripetendo sempre la formula propiziatrice  al maschile o al femminile secondo il caso.

Ippocampo di Venere

Pubblicato 11/11/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

Sotto la protezione di Venere (nata dalla schiuma del mare),ci sono tutti gli essere viventi in acqua. Il cavalluccio marino  (o ippocampo) e’ un personaggio esoterico molto importante infatti, in alcune religioni era abbinato alle dee onorate con il nome di ” Grande Madre”..Si narra infatti che esso trasportava le ninfe greche e romane. La divinita’ femminile era rappresentata da una sirena in groppa a due cavalli marini, oppure con due cavallucci marini al posto delle gambe. Questo connubio tra’ la dea dell’ amore e i cavallucci marini, fa si che questi curiosi e preziosi animaletti debbano e\o possano essere considerati degli amuleti d’amore. Portateli appesi al collo con un cordoncino o una catenella o meglio ancora sotto forma di orecchini..di certo cio’ lusinghera’ la Dea….

 

Triangolo di cupido (SACCHETTINO DA REALIZZARE)

Pubblicato 10/10/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

Avete presente Tristano e Isotta? La loro passione?..il loro sconvolgente amore eterno?Secondo le leggenda, entrambi avrebbero portato addosso un sacchettino simile,dono della maga Bragagna.

Ecco da ora anche voi potrete realizzarlo:

Confezionate un sacchettino(DI LIUTA O COTONEO LINO ) a forma di triangolo di circa 5 cm per lato. Disegnatevi sopra(con un pennarello) due frecce incrociate simboleggianti Cupido, dispensatore d’amore.

Riempite il sacchettino di foglie sminuzzate di:

1)frassino (conosciuto come “albero della vita” e quindi simbolo di forza e pieno di influssi propizi per l’ amore .

2)Astro (o fiore di Venere, esso e’ anche un potente portafortuna.)

 

Fasi lunari Giugno 2016

Pubblicato 01/06/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

FONTE.http://it.tutiempo.net/luna/fasi-giugno-2016.htm

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
1 2 3 4 5 Nuova
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 Piena 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

Incantesimi e rituali: Rimanenze come disfarsene???

Pubblicato 21/01/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

 

Quando si lavora con la magia,spesso ci rimangono residui di cose di cui proprio non sappiamo cosa farcene..Personalmente io consiglio una scatola dove tenere tutti i resti (le antiche streghe dicevano che chi ne avesse una era sempre piu’ potente man mano che conservava resti, ossia la propria potenza personale magica cresceva…pero’..I moccoli di cera, le offerte per l’altare, le erbe per la purificazione, la cenere dell’incenso, il sale consacrato ecc.C’e’ invece chi non preferisce usare la tecnica antica e quindi vuole disfarsene..per cui Ogni rituale, incantesimo e rito lascia dei residui che non possono certo essere buttati nella spazzatura ecco come comportarsi con questi residui.

Preferibilmente all’alba ma anche in orari più vicini alle vostre esigenze, raccogliete le rimanenze e lasciatele ai piedi di un albero, dicendo:

“ciò che dalla Terra viene,
alla Terra ritorni”.

E’ importante che non lasciate tali rimanenze nel giardino di casa vostra ma in un parco o un bosco lontani. Se possibile, scegliete un albero “sacro” ai piedi del quale lasciare offerte e rimanenze magiche.

Amuleto del MELOGRANO PER ESSERE AMATI

Pubblicato 04/01/2016 da cartomanziaeritualibyrosy

Narra la leggenda che Proserpina, dea della fecondita’,rapita da Plutone (dio degli inferi), decise di restare sei mesi con lui, dopo aver gustato dei semi di melo grano che questi le aveva offerto.

Da allora il melo grano e’ diventato simbolo dei piaceri proibiti, terrestri e non. Per tanto  se nella vostra vita ci sono pene d’amore e se desiderate la fedelta’ della persona amata,

Raccogliete 7 chicchi di melo grano e riponetelo con 7 chicchi di riso in un sacchetto di panno verde.

Bruciate poi, in una notte di luna piena delle  foglie di edera, simbolo della fedelta’ in amore e del desiderio che non muore.

Mentre la pianta brucia, concentratevi guardando la luna e facendo la vostra richiesta in modo silenzioso.

Ponete le ceneri nel sacchetto con i semi di melograno ed i chicchi di riso e lasciate l’ amuleto su di un piattino bianco alla luce della luna (per caricarlo) per tutta la notte.

Portatelo sempre con voi, meglio se sul lato sinistro del corpo.

 

BUON LAVORO, ROSY.

 

 

KRAMPUS : LA LEGGENDA

Pubblicato 03/12/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Una leggenda con origini nell’ alto adige e friuli venezia giulia narra che anticamente, nei periodi freddi,alcuni giovani pastori di montagna si travestivano con pellicce di pelle di capra e corna per andare in giro a terrorizzare gli abitanti dei villaggi limitrofi e derubarli delle provviste invernali.Fra questi s’intrufolo’il diavolo in persona, il quale era distinguibile solo per le sue gambe caprine. I ragazzi, spaventati, chiamarono il vescovo Nicolo’ per scacciare la sinistra presenza. Il diavolo fu sconfitto e i giovani per redimersi sfilarono per le vie dei paesi, travestiti da demoni non piu’ per depredare ma per portare doni a tutti. Nasce cosi’ la tradizione dei krampus” in concomitanza della ricorrenza di S. Nicola che si celebra il 6 Dicembre. L’evento prevede un’ invasione per le strade dei comuni, di diavoli (le maschere sono davvero inquitanti,realistiche, suggestive.), che sfilano con campanacci e fiacocle, dando bastonate ai paesani sino all’ arrivo del vescovo di Mira. Il santo, oltre a tenere i krampus sotto controllo, parla anche con i bambini per distribuire dolci a quelli buoni e carbone ai cattivi(si ricorda la figura di s.Nicola, con la folta barba bianca, l’ abito vescovile rosso e la sua generosita’ verso i bambini, e’ storicamente associata alle origini di babbo natale). (D.CHIAFFARATA)

“IL VANGELO DELLE STREGHE” , I RACCONTI DI VIRGILIO MAGO…BY ROSY

Pubblicato 30/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

    Tanto tempo fa, c’era a Firenze una famiglia nobile, diventata cosi’ povera che per loro i giorni di festa erano pochi e rari. Tuttavia vivevano nel loro vecchio palazzo (che era nella strada detta la Via Cittadella), assai bello, mostrando alla gente un apparente benessere, mentre in realta’ molti giorni non avevano addirittura di che sfamarsi.

Attorno al palazzo c’era un grande giardino, con un’antica statua di marmo raffigurante Diana in corsa, con a fianco un cane, Aveva un arco in mano e sulla fronte una piccola Luna.
Si diceva che di notte, quando tutto e’ immoto, la statua prendesse vita e volasse via facendo ritorno al calar della Luna, con il sorgere del Sole.

Questa famiglia aveva due bambini, buoni e intelligenti. Un giorno tornarono a casa con molti fiori e la bambina disse al fratello:
“la bella signora con l’arco deve averne un po’!”

Detto cio’, misero dei fiori davanti alla statua e fecero una ghirlanda che il bimbo le pose sulla testa.

Proprio allora il grande poeta e mago Virgilio, che tutto sapeva su Dei e fate, entro’ nel giardino e disse:
“Avete fatto l’offerta dei fiori alla Dea nel modo corretto, come facevano nei tempi antichi; cio’ che rimane da fare e’ pronunciare la preghiera nel modo giusto”.

Invocazione a Diana

Bella Dea dell’arco!
Bella Dea delle freccie!
Della caccia e dei cani!
Tu vegli colle stelle
quando il Sole va a dormir,
tu colla luna in fronte
cacci di notte meglio del di’.
Colle tue ninfe al suono
di trombe -Sei la la regina
dei cacciatori – regina della notte.
Tu che sei la cacciatrice
più potente di ogni
cacciator – ti prego
pensa un poco a noi!
Quindi Virgilio insegno’ loro anche la scongiurazione da pronunciare quando si vuole fortuna o il possesso di qualche cosa.

Scongiurazione a Diana

Bella Dea dell’arco nel cielo!
Delle stelle e della luna!
La regina piu’ potente
Dei cacciatori e della notte
A te ricorriamo,
E chiediamo il tuo aiuto
Che tu possa darci
Sempre la buona fortuna!
Quindi aggiunse la conclusione
Se la nostra scongiurazione
Ascolterai,
E buona fortuna ci darai,
Un segnale a noi manderai!
Dopo aver insegnato tutto cio’, Virgilio se ne ando’.

Allora i ragazzi corsero a raccontare ai genitori cio’ che era accaduto e questi ingiunsero loro di mantenere il segreto, di non proferire parola a nessuno. Ma quale fu il loro sbalordimento la mattina successiva, quando trovarono davanti alla statua un cervo appena ammazzato che forni’ loro un bel pasto per molti giorni! Da allora non vollero piu’ giocare se prima non era stata devotamente recitata la preghiera.

C’era un vicino, un prete, che odiava le manifestazioni e l’adorazione degli antichi Dei, e tutto cio’ che non apparteneva alla sua religione. Un giorno, passando per il giardino, vide la statua di Diana incoronata di rose e fiori. Arrabbiato, vedendo nella strada un cavolo putrido, lo rotolo’ nel fango e lo getto’ tutto grondante in faccia alla Dea, dicendo:
“Ecco mala bestia d’idolo!
Questo Ë l’omaggio che io ti do,
giacche’ il diavolo ti aiuta!”
Allora il prete senti’ una voce dal profondo del fogliame che diceva:

“Bene bene! Io t’avverto
Tu mi hai fatto la tua offerta.
Percio’ti portero’
la tua porzione
della mia caccia. Aspetta
solo domattina e avrai la tua parte.”

Tutta la notte il prete ebbe sogni orribili e spaventosi. infine, poco prima delle tre, riusci’ ad addormentarsi, ma si sveglio’ di soprassalto da un incubo in cui qualcosa di pesante gravava sul suo petto.
E qualche cosa che stava su di lui, cadde e rotolo’ sul pavimento.
Si alzo’ per raccoglierla e alla luce della luna vide che si trattava di una testa umana mezzo putrefatta.
Un altro prete che aveva sentito gli urli di terrore, entro’ e guardando la testa disse: “Conosco quel viso! E’ quello di un uomo che ho confessato e che’ e’ stato decapitato tre mesi fa a Siena!””
Dopo tre giorni il prete che aveva offeso la Dea mori’.

LA CREAZIONE DI DIANA: GIORNO E NOTTE, PIOGGIA E STELLE, BENE E MALE..(TRATTO DA IL VANGELO DELLE STREGHE). BY ROSY

Pubblicato 19/09/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

IL VANGELO DELLE STREGHE, COME DIANA HA CREATO PIOGGIA E STELLE – La Regina Diana fu creata prima di tutta la creazione. In lei c’erano tutte le cose. Fuori di lei, la prima oscurita’, si divise. Fu separata in luce e oscurita’. Lucifero, suo fratello e figlio, se stessa e la sua altra meta’, fu la luce.

Quando Diana vide che la luce era cosi’ bella, la stessa luce che era la sua altra meta’, suo fratello Lucifero, la bramo’ con ardente desiderio. E volendo ricevere ancora la luce nella sua oscurita’, la inghiotti’ in estasi, con passione e tremo’ di volutta’. Questo desiderio divenne l’Alba.

 

Ma Lucifero, la luce, scappo’ da lei e non volle cedere alle sue brame: egli era la luce che volava fino ai punti piu’ lontani del cielo, il topo che fugge d’inanzi al gatto.
Allora Diana ando’ dai Padri del Principio, dalle Madri e dagli spiriti che esistevano prima dei primi spiriti, e si lamento’ con loro che non poteva vincere Lucifero. Essi l’apprezzarono per il suo coraggio e le dissero che per risorgere, avrebbe dovuto prima cadere; per porsi a capo delle Dee doveva diventare mortale.
E nelle ere passate, nel tempo dei tempi, quando fu creato il mondo, Diana venne sulla Terra, e come pure fece Lucifero, che era caduto, e Diana insegno’ la magia e la stregoneria da cui derivarono le streghe, le fate e i folletti, che sono come gli uomini, ma non sono mortali.
Accadde che Diana assunse sembianze di un gatto. Suo fratello aveva un gatto che prediligeva fra tutte le altre creature, e che dormiva ogni notte sul suo letto. Un gatto piu’ bello di ogni altra creatura; era una fata ma lui non lo sapeva.
Diana convinse il gatto a scambiarsi con lei; cosicche’ ella giacque con suo fratello, e nell’oscurita’ assunse nuovamente il suo aspetto e cosi’ per mezzo di Lucifero divento’ madre di Aradia.
Ma quando al mattino scopri’ di essersi congiunto con sua sorella e che la luce era stata conquistata dall’oscurita’, Lucifero divenne una furia. Ma Diana gli canto’ un incantesimo, una potente canzone – ed egli rimase in silenzio – la canzone della notte che placa e che fa dormire; cosi’ egli non pote’dire nulla.

Diana con le sue arti magiche lo incanto’, finche’ egli cedette al suo amore.

Questo fu il primo incantesimo. Canto’ sottovoce la canzone; ed era come il ronzio delle api (o come un arcolaio che filava la vita). Diana filava la vita di tutti gli uomini. Tutte le cose erano filate dall’arcolaio di Diana. Lucifero lo faceva girare.
Diana non era conosciuta alle streghe, agli spiriti, alle fate e agli elfi che abitano in posti deserti, ai folletti, come loro madre. Si nascose in umilta’, e divenne mortale; ma per suo volere si innalzo’ nuovamente su tutti. Aveva una tale passione per la stregoneria, e divenne cosi’ potente, che la sua grandezza non poteva piu’ restare nascosta.
Una notte si incontro’ con tutte le streghe e le fate, e disse loro di poter oscurare i cieli e cambiare le stelle in topi.
Tutti coloro che erano presenti dissero: <<Se tu puoi fare una simile stranezza, se sei realmente assurta a tale potere, sarai la nostra regina.>>
Diana ando’ allora nella strada, prese la vescica di un bue e un “soldo di strega” che ha l’orlo tagliente come un coltello – con tali soldi le streghe tagliano nella terra le orme degli uomini – e taglio’ la terra; con questa e con molti topi riempi’ la vescica. Poi vi soffio’ dentro finche’ non scoppio’.
Allora avvenne un grande prodigio, perche’ la terra che era nella vescica si trasformo’ in cielo, e per tre giorni piovve a dirotto: i topi divennero stelle o pioggia.
Dopo aver fatto il cielo, le stelle e la pioggia, Diana divento’ Regina delle Streghe, fu il gatto che governava le stelle-topi, i cieli e la pioggia.

STREGA\GATTO……….SARDEGNA……..

Pubblicato 26/08/2013 da cartomanziaeritualibyrosy

Carissimi, ecco a voi una leggenda molto carina e soprattutto molto diffusa in sardegna essendo nata li….si sa che le leggende. hanno sempre una percentuale buona di verita’..per cui..buona lettura..

 

…C’ ERA UNA VOLTA UN’ ANZIANA DONNA DI CAMPAGNA CHE VIVEVA DA SOLA in una grande casa rurale..

Un giorno accadde  che l signora stava cuocendo le fave sul fuoco nel camino e sulla sua finestra di casa c’era un gatto enorme che miagolava a piu’ non posso…ad un tratto la signora gli chiese:

che cos’ hai da miagolare cosi tanto? vuoi mangiare anche tu le fave?

con immensa sorpresa il gatto parlo’ e disse: no!!! non posso non ho i denti…

la signora senza nemmeno stupirsi piu’ di tanto, prese l’ attizzatoio e rivolgendosi ad esso disse:

non hai i denti?…ora ti faccio vedere io….riusci’ a colpire il felino ed esso si trasformo’ in un’ anziana donna ..ella.. altri non era…la perfida ed invidiosa vicina di casa……

L’anziana signora fu contenta della scoperta perche’ in questo modo avrebbe potuto svergognarla con tutto il vicinato soprattutto perche’ colpendola nelle vesti di gatto, le aveva lasciato un segno indelebile sul viso…..

 

vostra rosy!!!

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: